AEK-Milan, Montella: “Siamo qui per vincere!”. E Montolivo scalpita

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

AEK-Milan, Montella è carico: “Siamo qui per vincere!”

Alla vigilia di AEK-Milan di Europa League, a parlare nella consueta conferenza stampa del pre-gara è il tecnico Vincenzo Montella. La gara è particolarmente delicata, con i rossoneri che devono difendere il primato proprio dall’attacco dei greci, distanti appena due lunghezze, in trasferta, su un campo ostico e contro una squadra particolarmente impavida.
Montella
 conosce bene le caratteristiche dei prossimi avversari europei, ritenendoli a suo avviso “una squadra molto dinamica e veloce“. Ma il tecnico rossonero non è assolutamente preoccupato, anzi: ad Atene il Milan ha un solo obiettivo, vincere. E lo deve fare assolutamente per consolidare il primo posto in classifica e mettere una seria ipoteca per la qualificazione ai sedicesimi di finale. Per questo afferma che “siamo qui per vincere e consolidare il primo posto in classifica“.
L’allenatore poi analizza un po’ la situazione della squadra. Infatti Montella ritiene che il nuovo ciclo sia iniziato a giugno, a causa di una serie di grossi cambiamenti avvenuti nelle ultime due stagioni. Tuttavia afferma che la squadra deve reagire e cambiare decisamente la situazione. E questo passa attraverso i risultati, spiega Montella, che giocoforza dovranno arrivare. Per questo motivo il tecnico è conscio della situazione e pronto a lavorare per invertire la rotta.
Sul futuro, l’allenatore non è assolutamente preoccupato: conosce “i rischi del mestiere“, ma allo stesso tempo sente “la vicinanza della società“.
Infine l’analisi su Bonucci: il tecnico afferma che “lo stop può aver giovato sia sotto l’aspetto mentale che fisico“. La società crede fortemente in lui.
Intanto Montolivo scalpita per un posto da titolare: scartato dal mister per diverse partite, attende con ansia un ruolo in mezzo al campo.  E intervenuto anch’egli in conferenza, insieme a Montella, ha affermato che non critica le scelte dell’allenatore, tuttavia è pronto a dare sempre il massimo affinché possa convincere il mister a farlo giocare. E all’unisono con il tecnico rossonero afferma che tocca al Milan dimostrare di meritare di giocare in una competizione europea. Per questo motivo il club rossonero vuole arrivare fino in fondo all’Europa League.

Leggi anche:  Milan-Atalanta 0-3: rigore Atalanta e proteste Milan. Ecco la Moviola
  •   
  •  
  •  
  •