Serie C: la Reggina si lascia alle spalle un Novembre avaro di risultati

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui

Mese di novembre avaro per la Reggina, che è rimasta all’asciutto di vittorie.

Dalle  quattro partite disputate dagli amaranto nel penultimo mese dell’anno, sono arrivati solo due punti – frutto dei pareggi contro Casertana e Bisceglie – con la squadra di mister Maurizi, ora obbligata a guardarsi alle spalle,visto che il margine dalla zona play aut si è ridotto a soli quattro lunghezze.

Le ultime esibizioni, hanno messo in evidenza le difficoltà realizzative della squadra del tecnico di Colleferro, che negli ultimi quattro match, ha segnato solo due reti, entrambe a Lecce con Bianchimano.

Contro il Bisceglie, la squadra dello Stretto, non è riuscita a trovare adeguati sbocchi alla sua manovra, se non quella di tentare di sfondare sulla fascia sinistra, affidandosi alle incursioni di Porcino e Tulissi, sfruttando poco la fascia destra.

Dicembre, per Cucchietti e compagni, sarà  determinante per puntellare adeguatamente la classifica, ad iniziare dalla gara non facile contro la squadra della Città dei Templi.

Più di un problema da risolvere quindi per mister Maurizi, in vista dell’impegno di domenica a Siracusa contro il fanalino di coda Akragas, che con i tre punti di penalizzazione comminati dal TFN della Federcalcio, se ne ritrova  appena sei  e contro gli amaranto del presidente Praticò,vorrà vendere cara la pelle.

Il tecnico di Colleferro, dopo la tegola Garufi (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro), spera di recuperare  Sciamanna, ma per la prima volta non avrà a disposizione i giocatori più rappresentativi: De Francesco e Bianchimano –  l’ ex Milan con Sciamanna è l’unico attaccante ad essere andato a segno – entrambi squalificati.

A Maurizi, che dovrà fare di necessità virtù, il compito di trovare soluzioni ed alternative, mentre a centrocampo rientrerà Mezavilla che ritorna in squadra dopo la squalifica. Qualunque siano le motivazioni del prossimo avversario, gli amaranto dovranno scendere in campo con la massima determinazione, perchè la classifica si sta facendo davvero corta.

  •   
  •  
  •  
  •