Boca Juniors, due calciatori accusati di abusi sessuali

Pubblicato il autore: Aote Segui


La bomba è scoppiata nelle ultime ore e fa ancora più rumore perchè coinvolge un ambiente, quello del Boca Juniors in piena fibrillazione per il ritorno del”figliol prodigo” Carlos Tevez.
Due calciatori della formazione argentina, Edwin Cardona e Wilmar Barrios, sono stati denunciati da due ragazze, che avrebbero subito abusi sessuali dopo una notte a base di alcool, e non solo, che sarebbe in seguito degenerata.
Dura la reazione del club che ha già escluso i due dalle amichevoli che si stanno disputando in vista della nuova stagione e starebbe pensando di rescinderne i contratti; Cardona e Barrios, entrambi colombiani, sono due pedine fondamentali del centrocampo della squadra gialloblu che ha dominato la prima parte del campionato argentino e sono anche nel giro della nazionale colombiana allenata dall’argentino Pekerman.
Edwin Cardona è nato a Medellin, nel 1992; nel campionato  appena concluso, il primo col Boca, ha messo insieme sei presenze e realizzato un gol; un anno più giovane Wilmar Barrios, classe 1993, nativo di Cartagena de Indias, diciannove presenze al suo attivo con i gialloblu, senza nessuna rete al suo attivo.

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

Questa la ricostruzione dei fatti riportata dalla denuncia: nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 Gennaio i due calciatori organizzano una festa in un appartamento situato in uno dei quartieri più ricchi di Buenos Aires; per l’occasione, grazie alle conoscenze di un amico, assumono due ballerine, Amanda Alayo e Cintia Giménez, dalle quali avrebbero preteso prestazioni ben diverse rispetto a una semplice esibizione privata.
Di fronte al rifiuto delle ragazze, prima di assumere alcolici, poi, soprattutto, di concedersi sessualmente, Cardona e Barrios, quest’ultimo in modo particolare, le avrebbero prima minacciate con un coltello, poi schiaffeggiate e, infine,  tenute rinchiuse nell’appartamento fino all’alba del giorno dopo.

Entrambi i calciatori hanno negato, inizialmente, di aver partecipato ad alcuna festa, ma, ad incastrarli, ci sono delle registrazioni audio, che i media argentini hanno già diffuso, nelle quali i due parlano apertamente della possibilità di insabbiare il tutto corrispondendo delle somme di denaro alle due ragazze: “per non far scoppiare lo scandalo possiamo sistemare tutto. Chiediamo scusa e siamo disposti a sistemare la cosa con il denaro”, si sente in una di queste registrazioni, in possesso di Juan Cerolini, avvocato che difende le due ballerine.

Leggi anche:  Europa League: dove vedere Lazio- Lokomotiv Mosca? Sky o DAZN?

Il Boca Juniors ha, in un primo momento, difeso i suoi calciatori ma, di fronte all’evidenza dei fatti, ha finito col prenderne le distanze. Il presidente Angelici, in accordo con l’allenatore Schelotto, ha deciso di escludere i due calciatori dalla rosa impegnata nella preparazione estiva. Insieme a loro anche altri due compagni, Febra e Roffo, probabilmente presenti alla serata incriminata e considerati testimoni dei fatti.

La loro posizione è molto complicata e dovranno difendersi dall’accusa di percosse, minacce e abusi, con l’aggravante della privazione della libertà“, ha dichiarato il legale delle due ragazze, il tutto mentre il Boca starebbe seriamente prendendo in considerazione l’ipotesi di rescindere i contratti sia di Cardona che di Barrios che dunque rischiano di perdere il lavoro e anche la concreta possibilità di partecipare al prossimo Mondiale di Russia.

  •   
  •  
  •  
  •