Il calciatore turco Deniz Naki illeso in uno sparatoria a Berlino

Pubblicato il autore: Aote Segui

Il fatto è accaduto nei giorni scorsi ed ha dei risvolti preoccupanti. Protagonista, a Berlino, l’attaccante turco Deniz Naki, ora in forza all’Amedspor. Mentre era alla guida, Naki è stato affiancato da un altra autovettura, dalla quale sono stati esplosi dei colpi da arma da fuoco. Naki, fortunatamente, è rimasto illeso: “Mi sono istintivamente spostato con l’auto sulla corsia di destra quando ho sentito gli spari, ho avuto paura di morire“. La motivazione di quanto accaduto ha ragioni di tipo politico; Naki infatti, anche recentemente, non ha rispsrmato critiche al regime turco di Erdogan e un giudice turco lo ha recentemente condannato a diciotto mesi con la condizionale per propaganda filocurda a favore del partito del “Pkk”, molto spesso al centro di scontri accesi col governo centrale.

Lo stesso Naki non è tra l’atro estraneo ad episodi del genere: nel 2014 infatti, quando militava nel Gençlerbirligi, fu vittima di una aggressione di stampo razzista per le strade di Ankara. Questo il suo racconto: “Volevo prendere qualcosa per cena quando sono stato avvicinato da tre persone in una strada secondaria. Mi hanno minacciato che questo era il primo avvertimento, il club non aveva bisogno di nessuno come me e dovevo andare via. Questa volta ho potuto difendermi, erano solo pugni, ma alla fine sarà un coltello: non mi sento più al sicuro“.

  •   
  •  
  •  
  •