Lazio, Caceres si presenta: “Per me è un rilancio”

Pubblicato il autore: Aote Segui

Il suo arrivo è passato sotto traccia in un ambiente, quello laziale, concentrato in questi giorni sul rinnovo di contratto di Stefan De Vrji e la corsa del presidente Lotito alla Federcalcio; ma l’acquisto di Martin Caceres, trentenne uruguaiano ex Juventus e Verona, per la formazione di Inzaghi potrebbe rivelarsi molto prezioso in questa seconda parte di stagione.
Arrivato dopo sei mesi di prestito, più che positivi al Verona, Caceres si è già messo a disposizione del suo nuovo tecnico ed è stato presentato ufficialmente alla stampa nel centro sportivo di Formello.

Ad introdurlo ai giornalisti il team manager biancoceleste Angelo Peruzzi: “Puntavamo su di lui già da agosto, ma non ci è stato possibile prenderlo subito. Siamo convinti che possa fare bene e faremo in modo che possa inserirsi al meglio e quanto prima“.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 35.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Poi ci pensa lo stesso Caceres a spiegare le motivazioni della sua scelta: “Per me questo è un rilancio. La Lazio è uno dei club più importanti in Italia. Sono venuto per dare il mio meglio. Quello che ho fatto e vinto in passato non conta più nulla. Inizia una nuova avventura“.

L’uruguaiano ricorda un episodio relativo al suo passato juventino legato proprio alla sua nuova squadra: ”
Alla Lazio ho segnato il mio primo gol in Serie A. Forse significa che, in qualche modo, ce l’avevo nel destino. I sei mesi che ho passato a Verona mi hanno fatto molto bene. Mi sento in forma e darò tutto per questa maglia”.
Per il nuovo arrivato da subito buone impressioni sui nuovi compagni: “Il gruppo è buono e composto da ragazzi semplici e umili. Stanno lavorando bene, non hanno mai avuto dei cali di forma e i risultati sono una conseguenza di quanto di buono è stato fatto fino ad ora“.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo parla in conferenza stampa: futuro, Milan, Superlega e Donnarumma

Caceres sembra aver legato da subito anche con mister Simone Inzaghi, al quale, con la sua duttilità, potrebbe offrire nuove opportunità dal punto di vista tattico: “Inzaghi lo conosco da tempo e anche da allenatore mi ha trasmesso ottime sensazioni. Credo che avremo un buon rapporto. Non ho nessuna preferenza per quanto riguarda il ruolo. Posso giocare sia un una difesa a tre che in una a quattro. ovviamente deciderà l’allenatore. Io sono a disposizione. C’è tanta concorrenza nel mio ruolo ma questa deve essere una motivazione in più. Anche i miei compagni, vedendo arrivare un difensore in più, vorranno fare ancora meglio per conquistarsi un posto da titolare“.

Inevitabile, anche per il neo arrivato, confrontarsi da subito con la realtà romana, che vede nel derby un appuntamento cruciale di ogni stagione: “So che qui la partita contro la Roma vale molto. Sarà sicuramente una bella esperienza viverla da protagonista, spero potendo scendere in campo. Anche in Uruguay si giocano tanti derby, sono sempre sfide molto sentite“.

Leggi anche:  Gianni Infantino si rivolge alla Super League: "Con Juve, Real e Barcellona saremo rigorosi"

Un piccolo derby personale Caceres lo vivrà nella prima sua esperienza da calciatore della Lazio; per i ragazzi di Inzaghi è infatti in programma la sfida casalinga con il Chievo.
Per un ex Hellas un appuntamento ancora più speciale.

  •   
  •  
  •  
  •