LEGA CALCIO A 8 | Roma Nord – Lo Studio prende il via: annullati i Gladiatori

Pubblicato il autore: SuperNews Lega Calcio a 8 Segui

Cominciano a rodarsi gli ingranaggi del girone Roma Nord di Serie A2 in Lega Calcio a 8. Giunti alla terza giornata, ormai tutti gli organici hanno avuto modo di scendere in campo e mostrare le proprie potenzialità. Al Circolo The Fox tocca stavolta ai capolista Gladiatori, impegnati contro le vecchie conoscenze del girone: lo Studio Cesaroni.

MATTEI PER LO STRAPPO – Un match virtualmente alla pari si trasforma in poco tempo in una sfida a senso unico. Lo Studio Cesaroni è messo meglio, si trova bene, sfrutta al massimo il vantaggio di essere ormai una squadra rodata e a proprio agio. Numerosi i volti nuovi, ma l’ossatura è quella dell’anno scorso, con Valentini a inserirsi, Bastianini a impostare e Varani a coprire. A rompere il giocattolo in partenza ci pensa però un nuovo arrivato: il gigante Valerio Mattei riesce per ben due volte a trovarsi faccia a faccia con l’estremo difensore avversario, liberandosi con tempi perfetti dalla marcatura. Per due volte non sbaglia, e in avvio si è già 2-0. Mazzata da cui i Gladiatori non sapranno riprendersi. A fine primo tempo arriva anche l’eurogol in pallonetto di Valentini a smorzare definitivamente le speranze.

LE ACROBAZIE PER CHIUDERLA – Forti del doppio vantaggio accumulato in partenza, i ragazzi dello Studio Cesaroni hanno gioco facile a gestire e dilagare. Gli avversari ci provano saltuariamente da fuori, ma la qualità dei blu è troppa: due traverse, il 4-0 da fuori di Vinciarelli, e la capacità di soffrire. Si perché trovando un bel gol con Patrizi i Gladiatori provano anche a riaffacciarsi in avanti. Senza fortuna: non è serata, e anche dietro lo Studio Cesaroni non concede nulla. Sul finale arriva il 5-1 sugli sviluppi di un calcio di punizione, a suggellare una partita impeccabile. La sfida alla Taverna dei Quaranta è lanciata.

MIGLIORE IN CAMPO | MATTEI – Grandissima prestazione collettiva quella dello Studio Cesaroni, gestita in maniera partecipativa, senza ombre tra i singoli. Il più decisivo è senz’altro il centravanti senza numero, autore in solitaria della doppietta che a freddo metterà l’incontro sui binari giusti. Poi esce mentre la squadra prende il largo, ma rientra in tempo per timbrare anche l’assist del definitivo 5-1.

  •   
  •  
  •  
  •