Olbia-Carrarese, pari in extremis. Cais risponde a Ragatzu

Pubblicato il autore: Claudia Cella Segui


Entra a cinque minuti dal novantesimo e segna il gol del pareggio: Davide Cais regala così agli azzurri un punto importante proprio negli ultimi istanti dello scontro tra Olbia e Carrarese. Non una bella partita quella giocata da entrambe le squadre, poche emozioni e sussulti e numerosi passaggi sbagliati, ma la capacità, sia una parte che dall’altra, di capitalizzare quanto creato: così Ragatzu ha portato in vantaggio l’Olbia, segnando dal dischetto nel primo tempo, mentre Cais ha risposto con un gran colpo di testa nel finale. Il numero 18 torna così ad esultare per i gialloazzurri, come spesso era accaduto nella seconda parte di stagione 2016/17, periodo in cui veniva schierato titolare fisso al centro dell’attacco della squadra di Mister Remondina. Il Match al Nespoli si chiude quindi sul risultato di 1-1, risultato che, per quanto visto in campo, appare il più giusto.

Mister Baldini schiera in campo il solito 4-2-3-1 con qualche novità: dopo l’infortunio di Possenti, Tentoni viene spostato a sinistra come terzino, mentre Rosaia viene arretrato a destra. A centrocampo torna quindi titolare Agyei, accanto a Cardoselli. Coralli, out per squalifica, è sostituito da Biasci come prima punta. I tre alle sue spalle sono Bentivegna, Tavano e Vassallo.
La prima occasione è per gli azzurri con un calcio di punizione di Ciccio Tavano dai venti metri che il portiere Aresti devia in angolo.  L’Olbia si porta in avanti al 20′ del primo tempo con un calcio di rigore trasformato da Daniele Ragatzu in seguito ad un fallo commesso da Cardoselli su Murgia. Al 35′ minuto la Carrarese ha l’occasione per pareggiare, con Biasci che non approfitta di un’indecisione del portiere di casa e si fa respingere un tiro a botta sicura. Dal limite calcia sicuro Cardoselli, ma Aresti para ancora.

All’inizio del secondo tempo esce Cardoselli ed entra Benedetti, che va a posizionarsi terzino destro, permettendo a Rosaia di avanzare a centrocampo. Il copione non cambia di molto rispetto al primo tempo: gli azzurri faticano a costruire occasioni da gol e sbagliano spesso passaggi elementari. L’Olbia controlla e gestisce il vantaggio ma non appare in grado di chiudere la partita, rendendosi pericolosa solo in poche occasioni con il solito Ragatzu, l’unico nel reparto avanzato dei padroni di casa a creare problemi alla difesa della Carrarese.
Allo scadere dei cinque minuti di recupero, quando ormai il match sembra terminare sull’1-0, Cais, entrato da poco, regala il pareggio ai suoi con un colpo di testa su cross di Agyei.
Così gli azzurri, apparsi per novanta minuti piuttosto imprecisi e poco incisivi, conquistano un punto importante che può dare la giusta la carica in vista del prossimo impegno casalingo contro il Monza.

Da elogiare particolarmente la prova di Tentoni che, spostato sulla fascia sinistra a sostituire l’infortunato Possenti, non ha assolutamente sfigurato in un ruolo che non è il suo. Il giovane calciatore si sta dimostrando sempre più duttile e capace di adattarsi con grande umiltà alle richieste del proprio allenatore. Presto forse potrà tornare nel proprio ruolo naturale a centrocampo, posizione in cui può esprimersi al meglio. Nel frattempo si attende il recupero di Possenti sulla fascia sinistra e l’esordio del neo acquisto azzurro, il terzino destro Davide Vitturini.

 

  •   
  •  
  •  
  •