Pagelle Cagliari-Milan: Barella egoista, Kessie una sentenza. Ceppitelli, che errore!

Pubblicato il autore: Angelo Mandarano Segui


Importantissimo successo del Milan in casa del Cagliari. Dopo essere passati in svantaggio, i rossoneri riescono a ribaltare il risultato con la doppietta di Kessie, il migliore in campo. Ottime le prove di Cragno e Faragò tra i padroni di casa, mentre nel Milan a brillare, oltre al match winner, sono stati anche Kalinic e Bonaventura.

Cagliari

Cragno– Uno dei migliori in campo. Respinge i tiri di Kalinic e Bonaventura, permettendo al Cagliari di rimanere in partita. Nulla può, tuttavia, sulle due conclusioni di Kessie. Voto 6,5.

Romagna– Regge bene gli attacchi di Rodriguez e Kalinic e fornisce un’ottima prestazione difensiva. Da rivedere il suo supporto in fase difensiva. Voto 6.

Ceppitelli– Un solo grave errore che però cambia le sorti della partita: cerca di bloccare un eventuale tiro di Kalinic ma in scivolata falcia l’attaccante rossonero e Guida non può che assegnare il calcio di rigore. Voto 5,5.

Pisacane– Affronta Suso, riuscendo a neutralizzarlo. Buona prestazione, la sua, in fase difensiva. Avrebbe potuto prestare maggior attenzione nei calci piazzati, cercando di non commettere meno falli in attacco. Voto 6.

Faragò– Non si fa intimorire da Rodriguez e affronta il terzino svizzero uscendone vincitore nel duello. E’ merito suo, infatti, se a 10 minuti dalla fine l’arbitro si vede costretto ad espellere il rossonero. Voto 6.

Ionita– Tanta grinta per il centrocampista ex Verona che prova a rendersi propositivo in attacco. Viene sostituito nel secondo tempo da Deiola. Voto 6.

Leggi anche:  Juve Stabia-Campobasso 0-0: pareggio a reti bianche al Romeo Menti

Cigarini– Il motore del centrocampo cagliaritano: tutti i filtranti per gli attaccanti rossoblu e le aperture sulla fascia destra per Faragò passano dai suoi piedi. Avrebbe potuto tentare il tiro dalla distanza in un paio di occasione ma si è dimostrato molto altruista. Voto 6.

Barella– Partita dai due volti quella del centrocampista del Cagliari: porta in vantaggio i sardi dopo 8 minuti con un tiro a giro (non senza qualche colpa di Donnarumma), poi pecca di egoismo e commette errori in fase offensiva dettati dalla voglia di dimostrare il suo valore. Nei minuti finali del secondo tempo viene espulso per somma di ammonizioni. Egoista. Voto 6.

Padoin– Grande corsa sulla fascia sinistra per lui, contribuendo maggiormente in fase difensiva. Diego Lopez lo sostituisce verso la fine del secondo tempo per inserire Cossu e tentare l’assalto finale. Voto 5,5.

Sau– La sua partita termina dopo un quarto d’ora a causa di un infortunio. Prova a resistere ma si vede costretto a chiedere il cambio. Esce in lacrime tra gli applausi dei tifosi. Voto sv.

Pavoletti– Contribuisce maggiormente in fase difensiva, mentre in attacco ha avuto l’occasione per raddoppiare prima del pareggio degli ospiti, ma la sua conclusione è finita sugli spalti. Voto 5,5.

Farias– Subentra a Sau dopo un quarto d’ora e la sua rapidità mette in difficoltà la difesa rossonera. Ottimo il suo contributo in difesa. Voto 6.

Leggi anche:  Europei pallavolo maschile , un'Italia da sogno si conquista la finale

Deiola– Sostituisce Ionita ma il suo spezzone di gara è costellata da molti errori, conditi da un’ammonizione. Rimandato. Voto 5.

Cossu– Lopez tenta il tutto per tutto nei minuti finali ed il trequartista per poco non riesce a fornire un assist prezioso all’ultimo secondo ma i suoi compagni si sono rivelati imprecisi. Voto sv.

Milan

Donnarumma– Uno dei peggiori in campo. Sua la colpa sul goal di Barella, dimostra insicurezza nelle uscite sui calci piazzati. Si riscatta prima del pareggio su un tiro da distanza ravvicinata di Farias. Voto 5.

Calabria– Buona partita difensiva per il terzino rossonero che supporta i suoi compagni nelle incursioni di Farias. Voto 6.

Bonucci– Fa valere la sua esperienza contro gli attaccanti del Cagliari e pur soffrendo la velocità dei rossoblu protegge discretamente Donnarumma. Voto 6.

Romagnoli– Insieme a Bonucci, fornisce una discreta prova difensiva, condita da ottimi recuperi su Farias. Incolpevole sul goal di Barella. Voto 6.

Rodriguez– Brutta prestazione quella offerta dello svizzero, che perde il duello con Faragò sulla fascia di competenza. Termina la partita anzitempo per un fallo sullo stesso Faragò che gli costa la seconda ammonizione e la conseguente espulsione. Voto 5.

Kessie– Il migliore in campo. Tenta la conclusione prima del vantaggio dei padroni di casa, poi realizza il calcio di rigore che Guida assegna ai rossoneri ed infine sfrutta la sponda di Kalinic siglando il goal partita. Una sentenza. Voto 7.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Genoa - Fiorentina: streaming e diretta TV SKY o DAZN?

Biglia– Buona prova dell’argentino in fase di impostazione, poco presente, invece, in difesa. Voto 6.

Bonaventura– Il centrocampista si dimostra più un attaccante aggiunto contro i sardi e va vicino al goal con un gran tiro dalla distanza nel secondo tempo. Voto 6.

Suso– Partita sottotono quella dello spagnolo: Pisacane e Padoin riescono a limitare le incursioni dell’esterno, che spesso si è defilato sulla fascia destra. Voto 5,5.

Kalinic– Tenta spesso di portare in vantaggio i suoi, ma si trova davanti un ottimo Cragno. Generoso in attacco, si procura il rigore del pareggio fornisce l’assist vincente per il goal partita di Kessie. Voto 7.

Calhanoglu– Insieme a Rodriguez e Donnarumma, il turco è uno dei peggiori in campo: mai veramente pericoloso, commette troppi errori in fase offensiva. Voto 5.

Locatelli– Entra nel secondo tempo al posto di Bonaventura ma il centrocampista non riesce ad incidere. Voto sv.

Abate– Subentra ad uno spento Suso per sopperire al vuoto lasciato da Rodriguez sulla fascia sinistra negli ultimi minuti. Voto sv.

Borini– Entra nei minuti finali per supportare i compagni con la sua velocità. Voto sv.

  •   
  •  
  •  
  •