Serie C: Di Piazza risponde a Lodi, Lecce-Catania finisce 1-1

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Chi respira il clima della Serie C ha parlato di partita dell’anno ma la sfida di domenica pomeriggio tra Lecce e Catania ha un po’ tradito le attese degli addetti ai lavori e le speranze dei tifosi delle due squadre. I tifosi del Lecce speravano nel successo per allungare ulteriormente sugli etnei in classifica, i supporter catanesi, rimasti in Sicilia a causa del divieto posto da Prefetto della città salentina, volevano i 3 punti per accorciare le distanze e mettere il fiato sul collo alla formazione di Liverani.

Il risultato rispecchia, invece, un atteggiamento molto timoroso da parte delle due squadre che sembravano essere scese in campo solo con l’obiettivo di non subire. Il vantaggio catanese, giunto al 18esimo su rigore trasformato da Lodi, arriva quasi a sorpresa a premiare oltremodo quanto fatto fino a quel momento da rossoazzurri. La reazione giallorossa non arriva e preoccupa Liverani che torna negli spogliatoi all’intervallo sconsolato per la prestazione opaca dei suoi. Al rientro in campo la musica non cambia per i giallorossi che collezionano errori su errori con Mancosu, Costa Ferreira e Caturano decisamente sotto tono. La svolta arriva nel giro di 8 minuti tra il 58esimo e il 66esimo minuto, periodo della partita in cui si contano tre episodi decisivi per gli sviluppi del match. Prima la scelta di Liverani di togliere Torromino e Ferreira per l’ingresso di Tsonev e dell’acclamato Di Piazza. Al 64esimo ecco l’occasione d’oro per il raddoppio del Catania sprecata dall’ex Davis Curiale che salta Cosenza, sistema il pallone ma tira rasoterra facendo la barba al palo. E come ricorda una delle grandi leggi non scritte del calcio, a un gol sbagliato segue inevitabilmente la rete avversaria. Il gol arriva appena un minuto dopo l’occasione di Curiale e lo realizza il nuovo entrato Di Piazza che raccoglie perfettamente un lancio in profondità e indirizza all’angolo alla sinistra del portiere etneo il gol del pareggio mandando in visibilio gli oltre 16000 tifosi salentini al Via del Mare.
Dopo la rete dell’1-1 la partita si spegne, poche azioni incisive da una parte e dall’altra e squadre che sembrano accontentarsi del pari.
Il bel gioco non era di casa nella sfida tra Lecce e Cania, duello in cui ad aver vinto é stata soprattutto la paura di perdere la partita. Senza dubbio é stata un’occasione mancata per entrambe le squadre. Il duello per la promozione proseguirà ora a distanza con il Lecce che ha dalla sua il vantaggio di 4 punti in classifica e un calendario, sulla carta, più agevole. Il Catania é avanti negli scontri diretti con il Lecce (3-0; 1-1), attende un passo falso dei salentini ma sa bene di non potersi permettere ulteriori rallentamenti fino a maggio.

I migliori della partita – Arrigoni (Lecce), Di Grazia (Catania): voto 7
I peggiori: Ferreira (Lecce), Caccavallo (Catania): voto 5

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,