Tifosi del Napoli protagonisti di un video di scherno contro la Juventus per i favori arbitrali

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Tifosi del Napoli ironizzano in maniera inadeguata sulla Juventus
Vanno avanti da giorni ormai le polemiche circa gli episodi arbitrali che hanno riguardato la Juventus nell’ultima settimana. La querelle è cominciata in occasione del match giocato tra i bianconeri e il Torino in Coppa Italia, nel quale il direttore di gara Doveri ha convalidato un gol, il secondo, irregolare perché viziato da un fallo inizialmente commesso da Khedira nei confronti di Acquah, dopo aver rivisto le immagini nel monitor del Var a bordo campo. Poi, sabato scorso, c’è stato l’errore commesso da Calvarese in Cagliari-Juventus, dove in questo caso gli episodi incriminati sono due: la gomitata di Benatia a Pavoletti (non fischiata dall’arbitro) in occasione del primo gol siglato poi dalla Juve nel proseguo dell’azione;  un fallo di mano commesso da Bernardeschi nell’area di rigore dei bianconeri non sanzionato dall’arbitro, nonostante sia intervenuto il Var. Tutto ciò ha scatenato l’ira dei tifosi delle squadre avversarie che non hanno risparmiato accuse nei confronti della Juventus, nonché dell’onestà degli arbitri, riportando alla mente vecchie vicende che hanno visto coinvolta la società bianconera (Calciopoli).

Leggi anche:  Serie A femminile, questo fine settimana si disputa la dodicesima giornata

Da qualche giorno sta circolando sul web un video davvero discutibile con protagonisti alcuni tifosi del Napoli che indossando le maglie della Juventus mettono in scena una farsa contro i bianconeri, durante la quale mostrano quelli che dovrebbero essere gli pseudo meccanismi che la società di Agnelli adotta per “corrompere” il sistema arbitrale. Ciò che ha più colpito di questo video girato da alcuni tifosi del Napoli è la “sceneggiatura”, contraddistinta da pistole e passamontagna, come a rappresentare il presunto metodo intimidatorio adottato dalla Juventus per accaparrarsi i favori arbitrali. Forti, poi, sono state le parole dei tifosi che, dopo aver illustrato la consegna della “mazzetta” all’arbitro (entrato in scena smentendo le loro certezze riguardanti la vittoria del campionato, esclamando: “Qui decido io chi vince. Io sono l’arbitro e qui non si vince”), hanno affermato con un fare minaccioso: “Noi siamo i più forti, in Italia siamo i più forti, in Italia comanda la Juve!” .

Ora, va bene l’ironia che da sempre contraddistingue i campani, però credo che in questa circostanza siano state  esagerate le modalità. Che bisogno c’era di inserire le pistole e i passamontagna? Ma poi, se vogliamo proprio dare adito a queste chiacchiere, per quale motivo i tifosi del Napoli dovrebbero lamentarsi dei favori arbitrali della Juve se quest’anno i giudici sportivi, finora, sembrerebbero avere un occhio di riguardo addirittura superiore per la squadra di Sarri (conti alla mano, il Napoli ha ottenuto due “favori” arbitrali -Il rigore inesistente contro l’Udinese, nonché il penalty non concesso al Crotone-; la Juventus invece ha ricevuto due decisioni a favore -Udinese e Cagliari- e ben sei contro -Genoa, Benevento, Atalanta, Roma, Sampdoria, Udinese)? Dunque quando si pensa di fare certi video, che si rifletta circa le conseguenze che si possono generare e i messaggi che si possono celare dietro certe immagini. Attualmente con il web ma soprattutto con i social network abbiamo mezzi di diffusione importanti. Proprio per questo bisognerebbe meditare prima di postare certe cose, pensare alle conseguenze, all’interpretazione che ne possono dare gli altri , e ciò vale per tutti, persone comuni e non.

  •   
  •  
  •  
  •