Totti, la rivelazione del dottor Mariani: “Ha ancora 8 viti nella caviglia’

Pubblicato il autore: trivano Segui

Quando nel febbraio del 2006 Francesco Totti subì l’infortunio alla caviglia, dopo il tackle dell’allora difensore dell’Empoli Richard Vanigli, tutti i tifosi italiani restarono col fiato sospeso. Mancavano solo pochi mesi al Mondiale di Germania e a causa dell’infortunio il numero 10 della Roma subì una operazione per la frattura del perone con accosciata lesione capsulo legamentosa complessa del collo del piede sinistro.

Già allora fu difficile declinare le parole del professor Pierpaolo Mariani, che eseguì l’operazione a Villa Stuart, e mise in agitazione non solo il club e i tifosi giallorosso ma anche la FIGC per la reale possibilità della mancata partecipazione ai Mondiali di Francesco Totti. L’operazione si concluse in poco più di due ore. Il professor Mariani compì il miracolo e Totti riuscì a partecipare al Mondiale e vincerlo diventando uno dei protagonisti della kermesse tedesca.

Leggi anche:  Bielorussia - BATE beffato: lo Shakhtyor Soligorsk è campione all’ultimo respiro

Totti, la rivelazione del professor Mariani

A dodici anni di distanza il professor Pierpaolo Mariani rivela l’incredibile retroscena a Il Tempo, che è rimasto nascosto ai più per tutti questi anni. “Totti ha ancora otto viti nella gamba“, spiega Mariani, ” Quando l’ho operato gli ho detto che dopo sette mesi sarebbe dovuto tornare, dovevo togliere le viti che avevo inserito nell’operazione, Francesco però non è mai tornato per toglierle, forse per paura. Non è una cosa buona avere quel pezzo di metallo in corpo. Con quella placca non potrei fargli una risonanza magnetica alla caviglia, se dovesse subire un trauma lì con la presenza delle viti creerebbe problemi. Per fortuna ha smesso, fare il dirigente è meno rischioso“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: