Var, Inzaghi: “Sono contrario, ma c’è stata ammissione di errori”

Pubblicato il autore: Linda Borgioni Segui

Durante l’incontro tra arbitri e allenatori, il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha espresso la sua opinione sulla Var ribadendo, ancora una volta, tutte le sue perplessita’ sulla nuova tecnologia introdotta. Inzaghi ha chiarito la sua posizione nel corso di un confronto che si e’ comunque mantenuto su toni pacifici, come specificato dallo stesso allenatore della Lazio: “E’ stato un bel confronto, eravamo presenti quasi tutti. Si e’ discusso con serenita’ con tutti quanti gli organi. Si e’ parlato della tecnologia Var, alla quale io sono contrario, ma abbiamo analizzato i dati ed e’ un qualcosa che sta funzionando e che sta aiutando il calcio”, ha concluso il tecnico piacentino.

INZAGHI: “VAR? GIUSTO ANDARE AVANTI, PUO’ PORTARE BENEFICI”

Giusto andare avanti con la Var, quindi? Seppur a malincuore, Simone Inzaghi deve ammettere di si’: “E’ giusto andare avanti, c’e’ stata l’ammissione di qualche errore, puo’ portare dei benefici. Nel corso dell’incontro sono stati mostrati degli episodi, dei video. Ci siamo confrontati, lo reputo quindi un incontro positivo”, conclude l’allenatore della Lazio. Immancabile, poi, la domanda poi sull’episodio che probabilmente lo ha fatto arrabbiare piu’ di tutti nel corso del girone di andata, quello della gara interna contro il Torino, con il rosso diretto a Ciro Immobile e il rigore non fischiato dall’arbitro Giacomelli. Inzaghi se la cava cosi’: “Lazio-Torino? Abbiamo analizzato tutto, anche quello”, conclude, ridendo, il tecnico biancoceleste.

Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto

Un parziale dietrofront da parte di Inzaghi, che in passato si era espresso in maniera assai polemica sulla Var, palesando tutto il suo malcontento in occasione di episodi che avevano danneggiato la Lazio. A partire dalla gara dell’Olimpico contro la Fiorentina, con quel calcio di rigore concesso al fotofinish per fallo dubbio di Caicedo su Pezzella, che con la realizzazione dal dischetto di Babacar aveva regalato un insperato pari ai Viola. Per non dimenticare, poi, la tanto criticata prestazione dell’arbitro Giacomelli in occasione del match tra i biancocelesti e il Torino, dove la Var e’ stata si’ utilizzata, ma solo per sventolare il cartellino rosso in faccia a Ciro Immobile per la scomposta reazione su Burdisso, successiva, pero’, alla mancata assegnazione del calcio di rigore a favore della Lazio per fallo di mano di Iago Falque.

Leggi anche:  Telecronisti serie B 5 giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Insomma, di episodi sfavorevoli nei confronti della società guidata da Claudio Lotito se ne sono verificati, tanto che Simone Inzaghi ha parlato nel post gara di Inter-Lazio di sette punti che la Var avrebbe tolto alla sua squadra solo nel corso del girone di andata. Un bottino importante, che avrebbe proiettato il club capitolino ai vertici della classifica. Tuttavia, guardarsi indietro e’ inutile e Inzaghi lo sa bene. La Var e’ un esperimento e come tale va preso, con tutte le possibili migliorie che si possono sempre apportare. E la speranza e’ proprio che un confronto aperto tra arbitri e allenatori, iniziato nella giornata di oggi, possa portare benefici gia’ nell’immediato futuro.

  •   
  •  
  •  
  •