Verdi al Napoli e i tifosi del Bologna inveiscono contro Donadoni (Video)

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Verdi
Verdi Bologna, l’avventura del giovanissimo attaccante con la maglia rossoblù è giunta ormai ai titoli di coda: la trattativa da tempo annunciata è giunta al suo epilogo, con l’atleta già pronto a vestire la maglia del Napoli.
Alla notizia della cessione di Verdi, però, alcuni sostenitori del club emiliano sembrano non rassegnarsi e presentatisi a Casteldebole, sede della ripresa degli allenamenti dopo la sosta invernale ed in vista della prossima sfida interna di campionato contro il Benevento, hanno discusso con il tecnico Roberto Donadoni, contestando apertamente l’operato della società in merito alla cessione del calciatore.
Il confronto tra le parti è stato abbastanza animato, le immagini, riprese dalla emittente televisiva locale Ètvrete7 e successivamente postato su Facebook, hanno fatto sin da subito il giro del web. Sebbene Verdi si stesse regolarmente allenando, una frangia di tifoseria del Bologna ha invocato un confronto con Donadoni, il quale a fatica è riuscito a placare gli animi. “Cerca di capire, ogni volta partono sempre i migliori…” è il leitmotiv del dibattito. Non sono mancate tuttavia le repliche del tecnico rossoblù: “Secondo voi non vorrei allenare Cristiano Ronaldo, Benzema o qualcun altro così?“.
Il timore di subire un netto calo del potenziale tecnico a disposizione dell’allenatore preoccupa la tifoseria rossoblù, che desidera mettere una seria ipoteca sul discorso salvezza a strettissimo giro, onde evitare di essere risucchiati nel vortice della zona calda della classifica.
Nel conciliabolo si è riusciti finalmente a trovare un punto d’incontro e alla stregua gli animi si sono rasserenati.

Leggi anche:  Coman rientra al Bayern dopo l'intervento al cuore

La tifoseria presente ha voluto dimostrare affetto e vicinanza ai calciatori in campo, incoraggiando lo staff tecnico e gli atleti con scroscianti applausi.
Al termine dell’allenamento, Simone Verdi si è intrattenuto con i tifosi per scattare selfie e firmare autografi, a suggellare la ritrovata intesa e l’infinito ringraziamento per aver contribuito alla causa del Bologna.

  •   
  •  
  •  
  •