Chelsea-Barcellona I dubbi di formazione di Valverde

Pubblicato il autore: Giuseppe Ortu Segui


Notte per caratteri forti questa che attende le formazioni di Chelsea e Barça. Notte per uomini coraggiosi anche per chi si siede in panchina. Il Barça affronta un avversario ostico per tipologia di calcio – quello britannico è sempre complicato per l’agonismo e l’aggressività che esprime in campo – e per lo stile di calcio che imprime l’allenatore della squadra londinese. Conte, da buon italiano, cura la tattica in maniera maniacale e sposa perfettamente il suo credo, tutta corsa e potenza, con il football britannico d’altri tempi. Potenza britannica e tattica italiana; agonismo inglese e organizzazione italica. Questo è il credo di un allenatore capace di prendere in mano la nazionale italiana, formata da elementi calcistici di basso livello tecnico, e trasformarla in una macchina da guerra in grado di sfiorare l’accesso alla semifinale di Euro 2016. Il vero valore degli azzurri si è visto poi con Ventura nelle vesti di commissario tecnico.

Leggi anche:  Insulti razzisti a Maignan: identificato il tifoso

Valverde avrà dunque il suo bel daffare sopratutto nei minuti iniziali dell’incontro. Il Chelsea partirà senza dubbio a mille e cercherà di mettere subito in difficoltà il palleggio in uscita del Barça. La partita contro l’Eibar è stata importante per il tecnico blaugrana da questo punto di vista. Con tutte le differenze del caso tra le due formazioni, quello è stato un incontro utile e istruttivo proprio sul modo di approcciare un avversario che cercherà di rubare la palla alta portando un pressing forsennato fino al limite dell’area blaugrana. Valverde e i suoi dovranno giocare con testa e calma, cercando di praticare il loro calcio come sempre, a prescindere dall’avversario che si trovano davanti, sia la squadra basca o i campioni della Premier in carica.

L’FC Barcelona arriva a questo fondamentale appuntamento con tutti gli uomini disponibili. L’infermeria è finalmente vuota e il tecnico potrà potenzialmente contare su tutta la rosa. Tuttavia l’undici prescelto è il solito classico Once de Gala. Un unico dubbio affetta ancora Valverde: chi sarà il quarto di centrocampo tra Paulinho e André Gomes. Il brasiliano è il favorito per le garanzie di corsa, inserimenti e muscoli che apporta in campo, e contro una formazione britannica queste doti sono ancora più importanti. Il portoghese, tuttavia, ha giocato tutte le partite più importanti della stagione, e tutte da titolare, anche se nella sostituzione nella semifinale di ritorno contro il Valencia sembra potersi leggere una perdita di fiducia del suo allenatore. Non è un mistero, infatti, che dalla notte il giocatore è uscito dalla lista delle convocazioni delle successive ultime due partite di campionato. Se le impressioni dovessero essere quelle giuste, il Barça si schiererà stanotte con il classico 4-4-2 che prevede Ter Stegen in porta; la linea difensiva composta da Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Jordi; Rakitic, Busquets, Paulinho, Iniesta a centrocampo e Messi, Suarez davanti.

  •   
  •  
  •  
  •