Cutrone-Balotelli, nuovi gol per l’Italia di Di Biagio?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 28: Patrick Cutrone of AC Milan celebrates after scoring the opening goal during the serie A match between AC Milan and SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on January 28, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Cutrone-Balotelli, Di Biagio ripartirà da loro? In comune hanno una cosa: il gol, per il resto sono molto diversi. Patrick Cutrone e Mario Balotelli potrebbero essere tra le novità della nuova Italia di Gigi Di Biagio. Il c.t. a tempo potrebbe puntare su di loro per le amichevoli con Inghilterra e Argentina. Di Biagio conosce benissimo Cutrone, avendolo avuto nei primi mesi del nuovo ciclo dell’Under 21. I 13 gol stagionali del baby bomber con la maglia del Milan non possono passare inosservati. Soprattutto se si pensa al momento di forma che stanno passando Belotti e Immobile. Entrambi hanno avuto di recente dei problemi fisici, anche se manca ancora un mese ai match amichevoli della nazionale. I due hanno il tempo per recuperare il tempo perduto e tenersi stretto il posto da titolare nell’attacco azzurro.

Leggi anche:  L'inchiesta di Report sui veri proprietari del Milan: ecco dove vedere la puntata in streaming gratis e diretta tv

Diverso il discorso per Balotelli. L’ex Milan e Inter non ha mai segnato così tanto in carriera. In settimana ha segnato una doppietta in Europa League in Nizza-Lokomotiv Mosca. Supermario ha giocato l’ultima volta con la maglia dell’Italia ai Mondiali 2014. Conte l’aveva convocato, ma un problema muscolare non gli aveva permesso di scendere in campo. Balotelli merita la convocazione. Nessun attaccante italiano sta segnando come lui e anche dal punto di vista disciplinare Mario sta rigando più che dritto al Nizza. La nuova Nazionale firmata Di Biagio ha bisogno di gol, quei gol che sono mancati contro la Svezia. Cutrone e Balotelli lo fanno spesso e volentieri, è ora di vedere se ci riescono anche in azzurro.

Cutrone-Balotelli, ma non solo. La nuova Italia potrebbe essere molto rossonera

Rino Gattuso ha dato la sua benedizione:”Calabria, Romagnoli e Cutrone possono dare tanto per la maglia azzurra”. Un’investitura che non sarà sfuggita a Di Biagio. Effettivamente i tre stanno avendo un rendimento altissimo con Gattuso in panchina. Il più pronto per la nazionale è senza dubbio Alessio Romagnoli. Il difensore classe ’95 è già alla quarta stagione da titolare in serie A. In coppia con Bonucci sta garantendo al Milan un’ottima solidità difensiva. Un duo che potrebbe riproporsi anche con la maglia dell’Italia. Chiellini è e resta un grandissimo difensore, bisognerà capire se il difensore della Juventus darà la sua disponibilità al nuovo c.t. Nel caso Romagnoli è più che pronto per diventare il titolare dei prossimi anni della Nazionale.

Leggi anche:  Champions League, Juventus-Ferencvaros 2-1: Morata risolve tutto al 90+2

Stesso discorso per Calabria. Il terzino classe ’96 sta facendo lievitare le sue prestazioni. Su Cutrone parlano i numeri, nessuno attaccante italiano di 20 anni ha segnato come lui. Non dimenticandoci di Locatelli, che sta giocando meno ma di cui Gattuso ha una grandissima stima. Non più giovanissimo è Jack Bonaventura. L’ex atalantino, classe ’89, ha fatto parte del giro azzurro sia con Conte che con Ventura. Bonaventura sembra essersi messo alle spalle i suoi problemi fisici. Con Gattuso è tornato a giocare nel suo ruolo naturale e a tornare ad essere un fattore positivo. Bonaventura si adatta a tanti moduli, cosa che non sfugge mai ad un selezionatore della Nazionale. Una nuova Italia che potrebbe essere molto colorata di rossonero. Gattuso se li gode, Di Biagio li studia, il futuro li aspetta.

  •   
  •  
  •  
  •