Il gol da calcio d’angolo: Veretout e Pulgar si inseriscono in una lista già ricca di nomi

Pubblicato il autore: Antonio Orlando Segui

FLORENCE, ITALY - DECEMBER 03: Jordan Veretout of ACF Fiorentina celebrates after scoring a goal during the Serie A match between ACF Fiorentina and US Sassuolo at Stadio Artemio Franchi on December 3, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
Non è una cosa che si vede tutti i giorni. Certo, quel che accaduto in Bologna-Fiorentina non stupisce la Serie A, già abituata a “certe cose”, ma è certamente un episodio raro e fuori dall’ordinario. Cosa è successo? Allo stadio Dall’Ara si è disputata Bologna-Fiorentina, terminata 1-2 per i viola, i quali ritornano al successo dopo due sconfitte consecutive. La partita è rimasta in bilico sull’1-1 fino al 70esimo. La Fiorentina ha sbloccato il risultato con Veretout che da calcio d’angolo ha fatto partire una parabola altissima, quasi destinata a uscire, che ha ingannato non solo la difesa, ma soprattutto l’estremo difensore , il quale, calcolando malissimo l’uscita, si è fatto ingannare dalla traiettoria e trafiggere alle spalle. E’ un chiaro gol da calcio d’angolo. E paradossalmente non è l’unico. Neanche 4 minuti più tardi, ci pensa Pulgar a riequilibrare le sorti con un gol fotocopia. Questa volta l’errore del portiere è decisamente più determinante, infatti è lo stesso ad uscire anzitempo dalla porta per respingere la palla insidiosa, ma il tiro è indirizzato direttamente in rete e li è finito. Due reti dalla bandierina, Veretout e Pulgar entrano nella storia. Ma quali sono i precedenti ?

Leggi anche:  Dove vedere Parma-Cosenza, streaming gratis e diretta tv RAI?

La lista è, ovviamente, lunga e ricca di nomi. Ne fanno parte nomi illustri quali Diego Armando Maradona, Ronaldinho, Roberto Carlos, David Beckham, Henry, Veron e Alvaro Recoba. Tutti, segnavano con una certa costanza da calcio d’angolo e hanno abituato i tifosi (e gli avversari) a prodezze simili, ma nessuno nel mondo del calcio è riuscito ad eguagliare il re della bandierina, peraltro “made in Italy”: Massimo Palanca. 
Palanca, classe 1953, nato a Loreto, facente parte degli indimenticabili anni ’80. Il giocatore si fa conoscere al grande pubblico con la maglia del Catanzaro ed è con gli stessi colori che toccherà l’apice della sua carriera andando a scalfire un record invalicabile: 13 realizzazioni dalla lunetta. Nessuno, dopo di lui è riuscito a superare o eguagliare il record. Le sue traiettorie beffarde sono la storia dei gol da calcio d’angolo.

  •   
  •  
  •  
  •