Kalinic recupera per Roma-Milan? Il croato gioca in partitella

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 06: The players of the AC Milan celebrate a victory at the end of the serie A match between AC Milan and FC Crotone at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Kalinic, la Roma nel mirino. Ha saltato le ultime quattro partite ufficiali del Milan, ma oggi è tornato ad allenarsi parzialmente con i compagni. Nikola Kalinic procede nel suo recupero dalla pubalgia che lo ha colpito nelle ultime settimane. L’attaccante croato ha partecipato oggi alla partitella, dopo aver svolto lavoro differenziato nella fase iniziale della sessione odierna a Milanello. Nel Milan che sta tornando a sorridere quello dell’ex viola è uno dei pochi musi lunghi. L’attaccante croato non segna dal 3 dicembre, giorno del clamoroso 2-2 con il Benevento. Poi un lungo digiuno che ha coinciso anche con i problemi fisici aggravatisi nelle ultime settimane. Kalinic dunque sembra sulla via del completo ristabilimento fisico. Difficile però capire se il numero 7 rossonero possa strappare una convocazione per giovedì prossimo, ritorno di Europa League con il Ludogorets. Più facile che Kalinic torni a disposizione di Gattuso per la trasferta di campionato, domenica prossima contro la Roma all’Olimpico.

Leggi anche:  Ziliani scatenato: "Conte flop totale, sta rovinando l'Inter. É inetto e sadico"

Gattuso vuole far sentire tutti importanti. Compreso Kalinic, che è già stato riscattato dalla Fiorentina per 25 milioni di euro. Il croato doveva essere il grande colpo per l’attacco del Milan, ma fino ad ora ha deluso le aspettative. Ultimamente Kalinic era stato fischiato sonoramente dai tifosi, anche se a volte ingiustamente. Il centravanti croato è fermo dal 20 gennaio scorso. In quell’occasione il Milan vinse a Cagliari con una doppietta di Kessié. Fondamentale però per il successo rossonero fu l’apporto di Kalinic. L’ex viola contro i rossoblu si guadagnò un rigore e fornì a Kessié l’assiste del definitivo 2-1. Gattuso per continuare a risalire in classifica ha bisogno di tutti. Anche di Kalinic. il brutto anatroccolo che spera di diventare presto cigno.

Kalinic-André Silva, missione recupero per Gattuso

Valorizzare i giocatori arrivati nel mercato estivo. Questa era una delle missioni di Rino Gattuso al suo arrivo al Milan. Il tecnico rossonero è già a buon punto, ma la sua opera è lontana dal dirsi conclusa. Bonucci, Biglia e Calhanoglu stanno giocando su buoni livelli, ma possono dare ancora di più. Rodriguez va ad alti e bassi. Il terzino svizzero non sembra ancora aver raggiunto una buona condizione fisica, complice la colica renale che lo ha colpito due settimane fa. Musacchio non sta giocando, ma Gattuso lo ha elogiato per il suo spirito di gruppo. Borini si fa trovare sempre pronto ed è anche andato a segno contro Spal e Ludogorets.

Leggi anche:  Milan su Thauvin, Maldini: "Giocatore che va seguito, economicamente interessante"

La vera missione di Gattuso è recuperare Kalinic ed André Silva. 63 milioni di euro che devono trovare la loro giustificazione tecnica, ma soprattutto economica. L’esplosione di Cutrone ha messo in ombra i due attaccanti, che comunque devono tornare ad essere risorse importanti per il Milan. Il portoghese è piaciuto nel finale contro la Sampdoria. Meno ghirigori è più praticità, così come impone il campionato italiano. Gattuso probabilmente gli concederà una chance da titolare contro il Ludogorets. Kalinic deve pensare a stare bene fisicamente. Il giocatore visto a Firenze negli anni scorsi non può essere sparito di colpo. La medicina per entrambi potrà essere solo il gol. Quello nel calcio cura tutti i malanni, anche quelli immaginari.

  •   
  •  
  •  
  •