Milan, Gattuso: “Contro il Ludogorets abbiamo tutto da perdere”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 06: AC Milan coach Gennaro Gattuso issues instructions to his players during the serie A match between AC Milan and FC Crotone at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Milan-Ludogorets in programma stasera e valida per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League dovrebbe essere una pura formalità, considerato il 3-0 rifilato all’andata in trasferta, tuttavia il tecnico dei rossoneri, Gennaro Gattuso, predica calma e soprattutto prova a tenere sulla corda i suoi uomini, affinché non affrontino con meno intensità la formazione bulgara: “La preoccupazione maggiore è di sottovalutare la partita – chiarisce l’allenatore nativo di Corigliano Calabro -, non dobbiamo scherzare con il fuoco, sono veloci e possono metterci in difficoltà“.
Gattuso infine rincara la dose e non a caso fa un esempio pratico, che gli è capitato da calciatore, allorquando il suo Milan ad Istanbul nella finale di Champions League della stagione 2004/05 subì il ritorno del Liverpool, dopo che i rossoneri erano in vantaggio per 3-0, pareggiando al termine dei tempi regolamentare ed arrendendosi ai calci di rigore, perdendo così la coppa “dalle grandi orecchie”: “Da giocatore mi è successo di vincere 3-0 e sapete tutti com’è andata a finire la gara – chiarisce il tecnico -. Abbiamo tutto da perdere contro la formazione bulgara“.

Leggi anche:  Juventus-Torino, Bonucci: "Dobbiamo essere più lucidi. Ci vuole più cuore"

Milan, Gattuso parla della formazione in campo stasera e della società di Yonghong Li

Il tecnico rossonero è consapevole che a distanza di tre giorni il Milan si gioca l’accesso agli ottavi di finale e un importante match in ottica qualificazione Champions contro la Roma, ciononostante annuncia un turn over, considerato anche l’imponente vantaggio ottenuto in terra bulgara: “Qualcuno è stanco e le scelte andranno di conseguenza. Cutrone ha vent’anni e recupera bene – afferma Gattuso -. Non giocheranno Primavera, rispettiamo l’avversario e giocheremo con gente di qualità ed esperienza. Siamo in corsa su tre fronti – evidenzia l’allenatore -, non possiamo sbagliare niente“.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Non manca inoltre un chiaro riferimento ad André Silva, finora l’oggetto misterioso del mercato del Milan: “Contro la Samp si è visto quanto è forte. Lui deve sbloccarsi con il gol. Domani tocca a lui“. Prendendo spunto dall’acquisto del portoghese, Gattuso non può non parlare della bufera scatenatasi in merito al dossier lanciato dal quotidiano Corriere della Sera in merito alla presunta dichiarazione di bancarotta che vedrebbe coinvolta la holding capeggiata dall’attuale presidente del Milan, il cinese Yonghong Li:André Silva al Porto è stato pagato con due mesi di anticipo – afferma il tecnico -, pure il Porto si è sorpreso. Qui gli stipendi arrivano e tutto funziona, la macchina organizzativa è perfetta. Si parla anche di premi – conclude -, Bonucci e gli altri si interfacciano con i dirigenti e Han Li».

  •   
  •  
  •  
  •