Napoli, Callejon lancia la sfida: “Meritiamo noi lo Scudetto”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

NAPLES, ITALY - NOVEMBER 01: Supporters of SSC Napoli cheer their team during the UEFA Champions League group F match between SSC Napoli and Manchester City at Stadio San Paolo on November 1, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)
José Callejon
è uno dei capisaldi di questo Napoli delle meraviglie che sta facendo sognare una città intera. Purtroppo per gli Azzurri, l’ala ex Real Madrid sta faticando ultimamente a trovare la rete con continuità, ma Callejon è uno di quei giocatori di cui Sarri difficilmente si priverebbe, ed insieme a Dries Mertens e Lorenzo Insigne forma un trio d’attacco formidabile ed invidiabile.
Nell’edizione odierna di “Tuttosport” vengono riportate le parole di Callejon rilasciate in un’intervista presso “Mediaset Premium“, in merito alla sfida scudetto con la Juventus ed al mercato del Napoli che si è appena concluso, condito con le varie vicissitudini di cui si è parlato molto in questi giorni, ovvero i mancati arrivi all’ombra del Vesuvio di Verdi dal Bologna e di Politano dal Sassuolo. Ecco cosa ha detto l’ala destra dei partenopei: “Il mercato di gennaio è così, circolano tanti nomi ma alla fine difficilmente arrivano giocatori. Politano non è arrivato, ma noi siamo forti ugualmente e ci tengo a smentire il fatto per cui io abbia influito negativamente sulla buona riuscita dell’operazione. Juventus? Vogliamo mantenere il primato fino alla fine perché noi crediamo fermamente allo scudetto e ce lo meritiamo, ma per vincere dobbiamo rimanere concentrati e non mollare nulla. Ora arriva la parte più difficile, con le gare piene di pressione che si succederanno con un ritmo incalzante. L’ho detto anche ai giovani di rimanere pronti perché vogliamo festeggiare noi alla fine e manca relativamente poco.”

Poi sul duello Juve-Napoli, il giocatore spagnolo ribadisce: “Dobbiamo arrivare pronti per la sfida del 22 aprile. L’importante è arrivare davanti a loro per quella sfida o al massimo a pochi punti, perché sarà un match decisivo che deciderà buona parte della stagione. Noi all’interno dello spogliatoio parliamo di scudetto ma è meglio stare cauti e mantenere un basso profilo. Mertens? E’ un giocatore fondamentale per noi ed è bello che sia tornato al gol dopo tanto tempo. Quando segna ci regala tanti punti e noi siamo molto felici di vederlo esultare insieme a noi. Benevento? E’ una sfida solo apparentemente semplice, siccome loro sono ultimi ed hanno disperatamente necessità di punti. Sono realmente più complicate queste partite rispetto a quelle con squadre tecnicamente più attrezzate al torneo, ma noi dobbiamo scendere in campo per fare la nostra parte, con la giusta mentalità. La vittoria di Bergamo è stata importantissima su un campo molto difficile. Noi crediamo allo scudetto.” 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ilicic, l'inizio di una redenzione atalantina. Gasperini punta su di lui