Napoli, Callejon: “Siamo forti anche senza Politano. Scudetto? Ce la possiamo fare”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

NAPLES, ITALY - DECEMBER 23: Players of SSC Napoli celebrate the 3-2 goal scored by Marek Hamsik during the Serie A match between SSC Napoli and UC Sampdoria at Stadio San Paolo on December 23, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L’ala destra del Napoli, Josè Maria Callejon, è intervenuto ai microfoni di “Radio Goal”, programma in onda su “Radio Kiss Kiss”. Diversi sono stati i temi trattati dallo spagnolo, tra questi non poteva mancare la questione scudetto, in merito alla quale, Callejon ha le idee molto chiare: Crediamo allo scudetto. Manca poco, ma ora viene la parte difficile. Ora tutte le squadre giocano per i propri obiettivi, proprio come noi. Dobbiamo allenarci sempre come adesso, siamo primi e il bene verrà sicuramente. Siamo felici di quello che stiamo facendo, del nostro lavoro che ci piace tanto. Siamo una squadra giovane, con qualche veterano, ma lavoriamo tutti insieme a questo sogno che abbiamo in mente. Arriviamo tutti i giorni a Castel Volturno per questo, per fare bene”.

Entusiasmo che si riversa in campo e che trova conferma nei numeri di cui finora il Napoli è stato capace: 57 punti in campionato, frutto di 18 vittorie, 3 pareggi e 1 sola sconfitta (subita proprio dalla diretta concorrente, Juventus); la bellezza di 48 gol fatti (meglio hanno fatto solo Lazio con 57 e Juventus con 52), e solo 14 subiti (la miglior difesa in Serie A, davanti a Juventus, Inter e Roma). L’unica nota stonata è stata in Champions League, dove fatale è stato il primo match giocato e perso in Ucraina contro lo Shakhtar durante il quale i partenopei, dopo un approccio sbagliato, andarono sotto nel punteggio senza riuscire poi a recuperare. Partita, questa, che ha pesato e non poco sulle sorti del Napoli in questa competizione.

Leggi anche:  Stipendi, rischiano 5 club. Penalizzazioni in vista!

Callejon, poi, ha sottolineato l’importanza del successo ottenuto a Bergamo contro l’Atalanta (storicamente un campo difficile per i partenopei che, prima del successo ottenuto il 21 gennaio, aveva visto trionfare il Napoli otto volte, ma solamente 2 negli ultimi 20 anni): “Era una trasferta molto difficile e l’Atalanta ci ha sempre messo in difficoltà. Vincere lì è stato importantissimo, ci ha dato un po’ più di fiducia. Quest’anno possiamo farcela”. Sull’imminente impegno contro il Benevento, invece, Callejon ha detto: “E’ una partita-trappola, sarà più difficile questa che altre gare con squadre forti. Loro sono ultimi e vorranno risalire, sono quasi all’ultima spiaggia. Sarà sicuramente un match difficilissimo, servirà la giusta mentalità dal primo minuto”.

Infine sul mercato condotto dal Napoli, e sul mancato approdo in azzurro di Politano, Callejon ha dichiarato: “Il mercato è così, i nomi vanno e vengono in questo mese. Politano non è arrivato, ma noi siamo una squadra forte e lo restiamo comunque. Poi quando gli viene chiesto se ha chiamato Politano per dirgli che non avrebbe trovato spazio al Napoli, risponde divertito: “No, io non ho chiamato nessuno”.

  •   
  •  
  •  
  •