Napoli, Del Genio a Tuttonapoli: “Battaglia mediatica contro di noi. De Laurentiis e Sarri fanno bene a rispondere”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Nonostante il bel duello che si sta vivendo in Serie A come non lo si vedeva da anni ormai, la polemica è sempre dietro l’angolo. Nelle scorse settimane Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri hanno esternato parecchie considerazioni che non sono state gradite dalle parti di Vinovo, che si sommano a quanto affermato questa mattina a Tuttonapoli.com dal giornalista napoletano Paolo Del Genio:
La differenza tra noi e la Juve? Allegri può vincere anche senza giocare bene per un lungo periodo, poiché il loro organico dispone di più giocatori in grado di risolvere le partite. Il Napoli può anche permettersi di giocare male contro il Benevento, ma alla lunga si rischia seriamente, ma per fortuna abbiamo Mertens.

Le polemiche delle scorse settimane? Il Napoli è mediaticamente attaccato su molti fronti. Hanno fatto bene nei giorni scorsi De Laurentiis e Sarri a parlare, perché in questo momento è impossibile tacere. E’ giusto ribattere colpo su colpo allo strapotere di cui dispone la Juventus, riguardo l’aspetto comunicativo, che ha le mani ovunque e che tiene le redini del sistema. E’ necessario che in questo momento storico in cui il Napoli è ai vertici del campionato, De Laurentiis deve gridare le proprie ragioni, rispondendo a Marotta che ribadisce continuamente che la Juventus dispone di una forza economica impressionante. Per forza dialettica e senso dell’umorismo, loro sono molto inferiori e si vede chiaramente.

Mercato?
E’ un peccato che non siano arrivati Verdi e Politano, dato che sono due giocatori che Sarri avrebbe tanto voluto portare a Castelvolturno. Saremmo stati tutti più contenti se fossero arrivati loro, ma qui mi permetto di dire che l’errore lo ha commesso Giuntoli: con il budget ed il tempo che aveva a disposizione il Napoli, non era più conveniente prendere altri calciatori in giro per il mondo? Giocatori così esistono tenendo conto che in questo caso stiamo parlando di Verdi e Politano e non di Messi e Ronaldo.”

  •   
  •  
  •  
  •