Nazionale: Buffon ci ripensa. Probabile la sua presenza contro Argentina e Inghilterra

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui

Ci aveva lasciato in lacrime nell’ultima intervista nella partita di play off contro la Svezia affermando che avrebbe smesso di indossare la maglia della Nazionale. Tanta amarezza era emersa nelle sue parole evidenziando il suo dispiacere per non essere riuscito a disputare l’ultimo Mondiale della sua carriera. Oggi il clamoroso dietro front: ebbene sì Gianluigi Buffon continuerà a indossare la maglia della Nazionale. Ora se a breve o lungo periodo non è dato sapere.

I tifosi sanno per quanto tempo e quanto ha dato alla maglia della Nazionale. Tutti o perlomeno quasi ricordano il suo esordio nello spareggio Mondiale di Francia 98 in cui prese il posto di Pagliuca.  Dopo che il portiere di ex Sampdoria, Bologna e Inter aveva disputato il suo ultimo Mondiale, ecco che Buffon ha cominciato a farsi strada e a essere protagonista nella Nazionale dai Mondiali in Corea e Giappone nel 2002 fino agli Europei di Francia nel 2016. Saltò solo per infortunio gli Europei di Belgio e Olanda nel 2000 dove fu sostituito alla grande da Francesco Toldo. Ha vissuto gioie ma anche dolori: ricordiamo quella notte di Berlino il 9 luglio 2006, ma anche gli ultimi dispiaceri del Mondiale in Sudafrica e Brasile per finire alla mancata qualificazione al Mondiale in Russia.

Leggi anche:  Diletta Leotta, che attacco di Selvaggia Lucarelli: "Ha boicottato lei Dazn per dirottare tutti su ‘Ballando’ e Scardina"

E oggi, dopo l’addio decretato il 13 novembre 2017, ecco che Gigi Di Biagio è riuscito a fargli cambiare idea e nella conferenza stampa di presentazione dello stage ha dichiarato: “Ho fatto vari confronti. E Buffon non deve finire con la Svezia. E’ una questione di storia personale, di prestigio, di storia personale, di ciò che ha dato al nostro calcio. Gli ho proposto di fare due/tre partite per poi prendere più avanti altre decisioni.”  Se per Buffon la missione è compiuta, lo stesso non lo è stata per altri punti cardine della Nazionale: ” Barzagli conferma che lascia, Chiellini ci sarà, De Rossi per ora no, ma vedremo più avanti.”.  E su Balotelli: “Nessuna preclusione, lo seguo constantemente , valuteremo al momento delle convocazioni. Non chiudo la porta a nessuno. Oggi non dico se verrà oppure no.” Sul futuro è molto fiducioso:” Il ricambio c’è, abbiamo giovani importanti. L’ideale sarebbe vederli in pianta stabile in prima squadra e nelle Coppe europee. Sono pronto a puntare sui giovani, prendendo anche qualche rischio. E’ soprattutto la strada giusta per cancellare la Svezia”.

Le premesse sembrano buone, adesso conteranno soprattutto i fatti per poter ripartire e tornare a sognare nuovamente i trionfi e le imprese di Spagna’82 e Germania 2006.

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

  •   
  •  
  •  
  •