Olimpiadi invernali 2018: rinviato il Gigante femminile, ecco quando si recupera

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

BAD KLEINKIRCHHEIM, AUSTRIA - JANUARY 14: Sofia Goggia of Italy competes during the Audi FIS Alpine Ski World Cup Women's Downhill on January 14, 2018 in Bad Kleinkirchheim, Austria. (Photo by Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images)

Il vento è il protagonista assoluto del programma dello Sci Alpino di questi 23esimi giochi olimpici invernali di Pyeonchang 2018. Dopo il rinvio della Discesa Libera Maschile nella notte tra sabato e domenica, per lo stesso motivo nelle prime ore di questa mattina, è saltato anche lo Slalom Gigante Femminile. Troppo forti le raffiche di vento in pista, avrebbero potuto mettere a rischio la sicurezza delle atlete. La gara era programmata per questa mattina alle 2.15 italiane, con la prima manche, e quella decisiva, come da tradizione, con un distacco di 180 minuti. Il calendario delle gare, di questa disciplina è stato conseguentemente riscritto; nella notte italiana tra mercoledì e giovedì, ci saranno ben due gare, gli uomini “jet” al maschile con la libera, alle 3.00 (le 11:00 coreane), Le donne invece, scenderanno in pista, nelle prime ore di giovedì all’1.30, le 9,30 locali, con la prima parte di gara e alle 5.15,le 13.15 di Pyeonchang, per la fase decisiva, quella che assegnerà le tre medaglie. Gli organizzatori, hanno scelto, quattro ore di distacco tra prima e seconda parte, in modo da far partire la discesa Libera uomini, nello stesso giorno, per accelerare i tempi; Purtroppo, le condizioni meteo avverse, hanno riguardato anche la pista delle discipline tecniche, dove i rinvii in genere, sono rari. Comunque, ci sarà più tempo per prepararsi, per le nostre quatto atlete candidate ad una medaglia, Sofia Goggia su tutte, senza dimenticare l’esperta Manuela Moelgg che però è acciaccata per un problema al ginocchio. Alte le attese anche per Federica Brignone, che in Coppa Del Mondo in Gigante è salita sul podio, con estrema regolarità. Infine, Marta Bassino, alla sua prima esperienza a cinque cerchi che a 21 anni, ha voglia di stupire, per l’Italia al femminile si sono registrati finora sei podi complessivi, su sette tappe di Coppa del Mondo, tra i pali larghi dello Slalom.
Gli organizzatori, avevano pensato anche di abbassare la zona di partenza, per motivi di sicurezza, ma questo avrebbe tolto spettacolo alla competizioni olimpica. Gli appassionati di Sci alpino, dovranno ancora attendere, prima di sostenere i loro beniamini a caccia di medaglie sulla pista di Yongpyong. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter-Real Madrid, le probabili formazioni: Benzema quasi out, i dubbi di Conte