Premier League, Klopp: “Questo Liverpool è la squadra più forte che abbia mai allenato”

Pubblicato il autore: Lorenzo Solombrino Segui


Dopo la cessione di Philippe Coutinho al Barcellona per 145 milioni avvenuta la scorsa finestra di mercato, in pochi avrebbero creduto alle parole del tecnico tedesco. “Penso che questa squadra sia la migliore con la quale abbia mai avuto a che fare e che ho avuto il piacere di allenare“.
Dichiarazioni rilasciate a LFCTV, il canale tematico del suo Liverpool, club che sta attraversando uno splendido momento di forma. Reduce da un secco 5-0 rifilato in casa del Porto, Jurgen Klopp è il primo nella storia della storia dei Reds a raggiungere questo risultato in campo europeo. “E’ una situazione veramente incredibile. Ogni volta che devo scegliere gli undici da mandare in campo è una scelta assai difficile. Non mi era mai capitata questa situazione, in cui anche chi rimane in panchina ha comunque grandi qualità“.
A sostegno del buon momento di forma della sua squadra, c’è da segnalare il terzo posto in campionato, davanti a Chelsea e Tottenham, che consentirebbe l’accesso diretto alla fase a gironi della prossima Champions League. Grazie al tecnico ex Borussia Dortmund, inoltre, si sono viste nuove facce, dato che, come suo solito ha promosso molti giovani calciatori in prima squadra. E’ il caso del diciottenne Ben Woodburn, attaccante gallese, diventato il pupillo di Klopp. “Ben ha fatto passi da gigante. E’ difficile, ovviamente, perchè il livello si sta alzando ma crediamo in lui.” Un altro caso interessante è quello del venticinquenne Danny Ings, reduce da un doppio infortunio al ginocchio nelle precedenti due stagioni lo ha tenuto fuori dal campo. Al Do Dragao è subentrato dalla panchina, firmando la sua sesta apparizione stagionale. “Danny è in una forma straripante. Gli va dato del tempo. Adesso, dopo due anni e mezzo ha potuto giocare finalmente in Champions. E’ una storia meravigliosa. Ha giocato tante partite con gli Under 23, e adesso sta tornando piano piano in prima squadra”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  A testa alta Diego, sempre! Lettera aperta a Maradona
Tags: