Shakhtar-Roma, Di Francesco: “Qualificazione al 50%. Under aveva bisogno di tempo”

Pubblicato il autore: Aote Segui

TURIN, ITALY - DECEMBER 23:Eusebio Di Francesco manager of AS Roma instructions to his players during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Archiviata la vittoria di Udine per la Roma è tempo di concentarsi sulla Champions League; i giallorossi, mercoledì sera, affrontano l’insidiosa trasferta in Ucraina per affrontare lo Shakhtar nell’andata degli ottavi di finale.
Messo alle spalle, apprentemente, il periodo più difficile della stagione, i giallorossi guardano con ottimismo al doppio confronto con una formazione che di certo non ha molti segreti, vista la sua crescente visibilità a livello internazionale di questi ultimi anni, ma che ha già eliminato il Napoli, attuale capolista del nostro campionato.
Parte proprio da questo Eusebio Di Francesco nell’analisi del doppio confronto, presntato d auna intervista pubblicata sul portale dell’Uefa: “Loro sono un ottima squadra, direi che le chances di qualificazione sono alla pari. Affrontiamo una formazione ben allenata, che sa quello che vuole“.

Leggi anche:  Serie B a 21 squadre dal prossimo anno? Ghirelli si oppone.

Nell’elenco dei convocati per mercoledì non c’è il francese Gonalons, ancora out per guoai fisici, mentre ci saranno il turco Under e il brasiliano Gerson, due dei calciatori più in evidenza in queste ultime settimane; Under, in particolare, sembra essere improvvisamente esploso: i suoi gol hano trascinato la Roma a tre vittorie di fila e, soprattutto, a riprendersi il terzo posto in graduatoria. Un inserimento non facile il suo, vista soprattutto la giovane età, ma gestito apprantemente al meglio da Di Francesco che sta ora raccogliando i frutti del suo lavoro: “Agli allenatori fa sempre piacere notare la disponibilità dei giocatori a seguirli. Poi, in casi come quello di Under, ci sta che serva più tempo per capire la nuova realtà in cui ci si trova e i movimenti che si richiedono in campo“.
La Champions, in particolare la doppia sfida col Chelsea che è valsa alla Roma la vittoria in un girone di ferro, vista anche la presenza dell’Atletico Madrid, ha senza dubbio regalato al pubblico giallorosso la versione migliore della formazione di Di Francesco; il tecnico cerca continuità per prolungare il più possibile l’esperienza europea dei suoi.

  •   
  •  
  •  
  •