Simone Inzaghi, il turnover non paga: la Lazio chiamata al riscatto contro il Verona

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Simone Inzaghi 26-11-2017 Roma Campionato Italiano Serie A Tim incontro SS Lazio Vs Fiorentina allo stadio Olimpico di Roma. Match day SS Lazio Vs Fiorentina at the Olimico Satium in Rome. @ Marco Rosi / Fotonotizia

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Simone Inzaghi, ora è crisi Lazio. Milan due volte, Genoa, Napoli e Steaua Bucarest: un pareggio e quattro sconfitte nelle ultime quattro partite giocate dai biancocelesti. Nessun dramma, ma l’allarme è suonato da un bel po’ per Inzaghi e i suoi. Ieri sera in Romania è arrivata la sconfitta meno amara, giovedì prossimo all’Olimpico la rimonta è più che possibile. I biancocelesti hanno sprecato l’inverosimile. Dopo un primo tempo brutto, nella ripresa la Lazio ha chiuso i romeni nella loro metà campo non riuscendo però a trovare la via del gol. Non ha pagato la scelta di Simone Inzaghi di operare un largo turnover. Scelta non del tutto condivisibile, visto che la Lazio giocherà in campionato solo lunedì sera con il Verona. Immobile è lo specchio dell’attuale momento di difficoltà della Lazio. L’attaccante napoletano non segna dal 6 gennaio scorso, contro la Spal. Un infortunio con il Chievo lo ha rallentato, ma ora deve tornare ad essere quanto prima Ciro-gol.

Leggi anche:  Dove vedere Cagliari-Verona: streaming gratis e diretta tv Coppa Italia

Simone Inzaghi predica calma. E’ vero che forse la sua squadra aveva abituato tutti troppo bene. La fatica dei mesi scorsi comincia a farsi sentire nei muscoli e nella testa dei biancocelesti. Ma se c’era da scegliere un momento per avere una flessione, meglio oggi che nelle prossime settimane. La Lazio è scivolata fuori dalla zona Champions League, ma è ancora in pienissima corsa per il terzo e quarto posto. Una corsa che deve assolutamente riprendere lunedì contro il Verona, altrimenti il campanello d’allarme potrebbe trasformarsi in un vero e proprio SOS biancoceleste.

Simone Inzaghi, è il momento di reagire

Simone Inzaghi, ripartire con il Verona. Le sconfitte, qualche infortunio e il caso Felipe Anderson. Nel mese di febbraio la Lazio non si è fatta mancare nulla, davvero nulla. Un periodo complicato culminato nella sconfitta di Bucarest contro la Steaua. Ma non bisogna fasciarsi la testa. La Lazio è in piena corsa per la Champions League, ha il ritorno in casa con i romeni in Europa League e con il Milan in Coppa Italia il 28 febbraio. Inzaghi ha bisogno di recuperare i suoi migliori giocatori. De Vrij in difesa deve dimenticare le sue incertezze sul futuro e tornare il muro dei mesi scorsi.

Leggi anche:  Lazio, Hoedt multato per il video sull'aereo biancoceleste

Luis Alberto e Milinkovic-Savic devono tornare ad essere un fattore per dare qualità alla manovra biancoleste. ma soprattutto c’è recuperare il miglior Ciro Immobile. Il bomber di Torre Annunziata non segna da 40 giorni. L’infortunio patito con il Chievo ne ha minato le certezze, ma ora il momento deve tornare ad essere propizio. Già dalla prossima giornata di campionato. Un turno che potrebbe essere favorevole ai biancocelesti. L‘Inter e la Roma giocheranno in trasferta, rispettivamente contro Genoa e Udinese. In più c’è lo scontro diretto Milan-Sampdoria, inevitabilmente le due squadre perderanno punti. La Lazio ospiterà il Verona, squadra che sa essere pericolosa lontano dal Bentegodi. Simone Inzaghi deve mettersi alle spalle il periodo negativo, infortuni e polemiche. Tutto quello che può far solo male alla Lazio. Ripartire dal primo tempo di Napoli e dal secondo di Bucarest. Senza dimenticare di fare la cosa più importante del calcio: segnare.

  •   
  •  
  •  
  •