Albinoleffe nel tunnel di una crisi , play-off a grande rischio

Pubblicato il autore: alvares Segui


La partita di ieri contro il Ravenna doveva essere quella del rilancio invece il risultato ha stabilito che se l’Albinoleffe non è in crisi poco ci manca. D’Altro canto i numeri del girone di ritorno, tralasciando la fine dell’andata che si era chiusa malamente parlano chiaro. Con lo stesso numero di partite la Celeste all’andata fece 13 punti, nel ritorno solo 7 , collezionando 1 sola vittoria, 4 pareggi e 4 sconfitte. E nelle ultime 4 gare ha segnato solo una rete, e anche ieri ha confermato quella idiosincrasia da rete, sbagliando tre gol quasi fatti, prima di subire la rete nell’unico tiro in porta avverso.

Che il periodo sia duro lo ha detto ieri anche il DS Simone Giacchetta che ci ha messo la faccia per tutti, confermando le difficoltà che attraversa la squadra e che d’ora in poi l’unico obbiettivo sarà solo quello della salvezza, imparando dalla volontà e dal cinismo del Ravenna. Certo il girone di andata aveva fatto sognare, con la squadra che si era issata sino al secondo posto tanto da dare quasi per acquisiti i play-off ma queste gare del ritorno han fatto piombare la Celeste in undicesima posizione a forza di pareggi e sconfitte, e in un torneo cosi equilibrato ci vuol poco a vedere muovere la bussola della classifica in alto o in basso. C’è anche da dire che al mercato di Gennaio si sono rinforzate tutte  a parte l’Albinoleffe che ha di fatto proseguito con il, gruppo dell’andata che a sua volta è stato oggetto di assenze per infortunio o squalifica che in qualche misura hanno pesato nel contesto di questa caduta verticale. Ora l’Albinoleffe deve solo cercare di ritrovare se stesso e rimetterci quella volontà e quella determinazione che erano le sue caratteristiche di questo ultimo anno e mezzo già dalla prossime gare che conteranno parecchio nella lotta per la salvezza, Teramo e Fermana, senza pensare ai play-off che al momento paiono lontani anni luce.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ziliani ricorda: "Sacchi aveva già previsto Calciopoli il 5 maggio 2002 nella trasmissione Controcampo" (VIDEO)