Argentina, il fratello di Dybala replica a Sampaoli: “Nazionale costruita da altri”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Paulo Dybala of Juventus FC in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Hanno fatto scalpore le parole del c.t. dell’Argentina Sampaoli, il quale ha dichiarato in conferenza stampa che Paulo Dybala “non è stato in grado di adattarsi alla nostra filosofia e non siamo riusciti a trovargli una posizione in campo. Quando siamo arrivati ad allenare noi l’Argentina, pensavamo che Paulo fosse un giocatore di vertice, ma invece ha fatto fatica a adattarsi. Solamente in questo giro non è stato convocato. Se qualcuno si dimostra migliore di lui proseguiremo su questa strada.” Con queste parole Sampaoli ha motivato l’assenza di Dybala in queste due partite della nazionale albiceleste. Abbastanza clamorosa si potrebbe dire la sua esclusione, anche perché le amichevoli in cui sarà coinvolta l’Argentina saranno partite di lusso, contro Italia e Spagna. Ma d’altronde la scelta è stata forzata, in quanto la nazionale biancazzurra dispone di un reparto avanzato immenso ed una perla della selezione doveva per forza rimanere esclusa e questa volta è toccato a Dybala.

Leggi anche:  Juventus-Napoli, la partita della discordia: decise data e ora

Comunque le parole di Sampaoli non sono state gradite dalla famiglia e dall’entourage del giocatore. Soprattutto il fratello-agente di Dybala, Gustavo, ha pubblicato un tweet al veleno in risposta alle considerazioni del c.t. della selezione Argentina: “Che amarezza. Questa nazionale è stata costruita dai dirigenti e giornalisti.” Un chiaro messaggio indirizzato a Sampaoli, reo di non aver saputo costruire una nazionale contando solamente sulle proprie scelte in termini di convocazioni. Successivamente il tweet è stato rimosso, ma queste parole hanno fatto presto il giro del mondo. Comunque, ciò non toglie che ora che l’Argentina ha scelto di non convocare la Joya per queste due prestigiose amichevoli, la strada di Paulo Dybala verso il mondiale in Russia si fa davvero lunga.
A giovarne in questo momento è sicuramente la Juventus che punta ad avere il suo numero 10 in forma per le prossime partite decisive tra campionato e Champions League, contro il Real Madrid.

  •   
  •  
  •  
  •