Bolt al Borussia Dortmund, si può fare: “Vediamo dove posso arrivare”

Pubblicato il autore: Luigi Lencioni Segui


Bolt fa sul serio, vuole diventare un calciatore professionista. L’ uomo più veloce del pianeta, campione olimpico e mondiale sui 100 metri piani e’ stato di parola. Aveva detto di voler diventare calciatore e il provino effettuato col Borussia Dortmund ha dato esiti incoraggianti.

Sembra proprio che il giamaicano sia nato per fare sport. Non sa solo correre ma ha anche due piedi capaci di trattare bene il pallone. Se avrà un contratto, tutte le malelingue che credevano in una mossa esclusivamente pubblicitaria, dovranno ricredersi. A Bolt le cose piace farle per bene, da protagonista e per vincere. Quello che sembrava in capriccio si sta materializzato, per consegnarlo ancora di più nella storia. Un caso più unico che raro, per un fisico che presenta qualità spiccate come velocità, resistenza, senza tralasciare la Potenza. Non si sbaglia a metterlo a confronto con Balotelli. Fisicamente si assomigliano tantissimo. Con la palla fra i piedi ancora bisognerà valutarlo ma ci sarà tutto il tempo anche per lui di crescere e migliorare tecnicamente. Lo staff tedesco e’ indiscutibilmente di valore assoluto. La curiosità e’ molta come l’ aspettativa mediatica, non si tratta di uno qualsiasi, ma di uno dei più grandi atleti della storia dello sport. Una bella pubblicità per un calcio che ha bisogno di storie a lieto fine e di personaggi, da oggi calciatore che bucano lo schermo come nessuno. Siamo tutti in attesa di vedere la sua esultanza al primo goal: un fulmine?

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan-Udinese 1-1, Stefano Pioli: "Volevamo vincere. Peccato"