Champions League, Shevchenko: “Juventus e Roma non partono battute”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui
MADRID, SPAIN - APRIL 27: UEFA Champions League trophy is seen ahead of the UEFA Champions League semi final first leg match between Club Atletico de Madrid and FC Bayern Muenchen at Vincente Calderon on April 27, 2016 in Madrid, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

(Photo by David Ramos/Getty Images© scelta da SuperNews )

L’ex stella del Milan e attuale Ct dell’Ucraina, Andriy Shevchenko, durante un’intervista a La Repubblica ha parlato delle insidiose sfide di Champions League che Juventus e Roma affronteranno ai quarti di finale, rispettivamente contro Real Madrid e Barcellona. Shevchenko, che con il Milan allenato da Carlo Ancelotti vinse la coppa dalle grandi orecchie nella stagione 2002-2003 battendo in finale proprio la Juventus, ha risposto così a chi gli chiedeva se si sentisse in colpa per essere stato l’artefice di questi accoppiamenti non poco impegnativi: “Mi credete se dico che né la Juventus né la Roma partono battute in partenza? E non solo: a Kiev, per la finale, aspetto un’italiana. Mi piacerebbe se la Roma battesse il Barça e ci arrivasse: magari contro la Juventus”.

Poi, Shevchenko ha continuato: “Tutte le squadre nell’urna erano forti, Roma e Juventus sono state brave ad arrivare fino a qui pur incontrando squadre non facili. Il Tottenham è molto forte e lo vedete in Premier, la Roma sono stato a vederla quando ha battuto lo Shakhtar, e gli ucraini sono una squadra contro cui è difficile giocare. Non voglio dire bugie: sono avversari tra i più difficili, il Barça soprattutto, oggi. Ma sarebbe andata meglio con il City di Guardiola? O con il Liverpool, l’unica riuscita a batterlo?”.

Su chi, tra i bianconeri e i giallorossi, ha più possibilità di passare i quarti di Champions League il Ct dell’Ucraina svela: “Forse la Juventus, che negli ultimi tre anni ha già giocato due finali, è più abituata, ha calciatori esperti. Avete visto contro il Tottenham? Nel momento di maggiore difficoltà la squadra ha saputo girare la partita. Con il talento. E, poi, difendono meglio di tutti”. Infine Shevchenko su chi sia più difficile da affrontare tra Messi e Ronaldo afferma:Oggi Messi. Non per i gol, è impressionante come gioca con e per la squadra: livelli altissimi in ogni gara, in ogni torneo, vive una stagione incredibile. Ronaldo invece si è visto soprattutto in Champions League,  forse perché è più difficile che il Real vinca il campionato. Anche se, come dice il mio amico Zidane, non è finita finché non è finita”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  L'inchiesta di Report sui veri proprietari del Milan: ecco dove vedere la puntata in streaming gratis e diretta tv
Tags: ,