Di Biagio e Buffon: patto azzurro ma il ct?

Pubblicato il autore: Luigi Lencioni Segui
FERRARA, ITALY - OCTOBER 10: Head coach Luigi Di Biagio of Italy U21 gestures during the international friendly match between Italy U21 and Morocco U21 at Stadio Paolo Mazza on October 10, 2017 in Ferrara, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Di Biagio con Buffon, che ha risposto presente condurranno  la nazionale in questa doppia amichevole con Argentina e Inghilterra. Il portiere farà da collante col mister nel nuovo ciclo azzurri , pieno di giovani.  Un mix di esperienza e novità visionato dal Gigi bianconero che con l’ esperienza insegna a tutti.  Ancora due gare per aiutare il suo Paese, serve far capire ai nuovi la missione e gli obiettivi. Nessuno meglio di lui conosce lo spogliatoio. Di Biagio in panchina a cercare di evitare figuracce in attesa del tanto atteso comunicato col nome del nuovo ct.
Troppo tempo e’ ormai passato, serve fare in fretta per garantire chiarezza e non navigare a vista. Due i nomi: Mancini e Ancelotti, con l’ ex rossonero in vantaggio. Costacurta deve risolvere il tutto a breve, il nuovo ciclo deve partire in fretta.  Il gruppo va creato velocemente, gli elementi da valutare sono tanti, non si può arrivare sempre con l’ acqua alla gola. Abbiamo raggiunto il punto più basdo, la nazionale non interessa a nessuno, per riprendere credito serve il ct e il lavoro tanto per lottare cpme la nazione merita.
Di Biagio e’ persona seria che merita rispetto, sa il suo ruolo, non ha colpa di trovarsi li, ma guai a farlo passare per parafulmine.
Buffon vuole smettere con l’ azzurro, giusto lasci spazio ai giovani senza che tutto crolli, al peggio non ci sarebbe fine. Due amichevoli inutili, che nessuno guarderà con campionato e coppa europee da decidere, il rischio di figuracce c’è e va scongiurato.  Gli avversari non sono gli ultimi arrivati, sarà un parimento?
Meritiamo di piu, subito il tempo ai prossimi europei non e’ tanto, le squadre non si costruiscono in un mese, sopratutto le nazionali. Il gap da colmare e’ enorme, senza il nostro dna e la sicurezza di aver preso la strada giusta rischiamo di farci deridere dal mondo intero. Buffon e Di Biagio vanno bene per una settimana, dopo Pasqua va comunicato il nuovo ct azzurro. Il tempo e’ finito, abbiamo bisogno di ricredere nella nostra nazionale che ha una storia leggendaria. Anche il futuro dovrà esserlo, da subito, le chiacchere sono state anche troppe . Forza azzurri.

  •   
  •  
  •  
  •