Di Biagio progetta la nuova Italia: possibile bocciatura per Balotelli

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
FERRARA, ITALY - OCTOBER 10: Head coach Luigi Di Biagio of Italy U21 gestures during the international friendly match between Italy U21 and Morocco U21 at Stadio Paolo Mazza on October 10, 2017 in Ferrara, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Di Biagio a breve comunicherà la lista dei convocati in vista del doppio confronto amichevole contro Argentina ed Inghilterra.
l’Italia è chiamata a risorgere dalle ceneri, che ha sancito la storica esclusione degli azzurri dai prossimi Mondiali di Russia. Per la ripartenza, i vertici del calcio nazionale hanno deciso di puntare su Gigi Di Biagio quale commissario tecnico ad interim, per poi puntare eventualmente nell’immediato futuro ad un selezionatore di più ampio respiro internazionale.
Il diktat del nominato tecnico dell’Italia è alquanto altisonante: il rinnovamento fa bene a tutto l’ambiente ma guai a rivoluzionare. Per cui Di Biagio ritiene di impostare la nuova Nazionale sulla base delle cose buone fatte dal suo predecessore Gian Piero Ventura, in quanto ciò che è stato fatto non è tutto da buttare.

Convocati Italia-Inghilterra, le novità e le conferme di Di Biagio

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il commissario tecnico Di Biagio avrebbe intenzione di puntare su Immobile e Belotti, punti fermi già della Nazionale vista in opera sotto la gestione Di Biagio. Potrebbe esserci tuttavia il ritorno di Simone Zaza, che sembra aver convinto il selezionatore azzurro.
Assenti di sicuro De Rossi e Barzagli, i quali già annunciarono l’addio alla Nazionale a margine della sfida persa contro la Svezia dello scorso novembre. Dei possibili ritirati gli unici che potrebbero far parte del nuovo corso di Di Biagio sarebbero Buffon e Chiellini. Sul portiere bianconero in particolare c’era stato un continuo tira e molla sulla possibilità di vederlo in campo per i prossimi impegni della Nazionale.

Le novità in assoluto potrebbero essere le convocazioni di Federico Chiesa e di Lorenzo Pellegrini: le mancate chiamate di entrambi da parte del neo commissario tecnico dell’Under 21, Alberico Evani, farebbero supporre questa possibilità. In questo scenario, tuttavia, non ci sarebbe spazio per Mario Balotelli: l’attaccante del Nizza dovrà giocoforza pazientare prima di poter vestire nuovamente la maglia azzurra. Le intenzioni del tecnico Di Biagio sono quelle di continuare il ciclo inaugurato dal suo predecessore, apportando di volta in volta le giuste migliorie senza stravolgere l’intera ossatura della squadra.
Infine per Insigne l’occasione per riscattarsi dopo la contestata bocciatura di Ventura nella sfida contro gli scandinavi, che costò all’Italia la partecipazione ai campionati mondiali. Lo “scugnizzo” di Frattamaggiore potrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa, provando a diventare a tutti gli effetti un punto fermo della formazione di Di Biagio, ponendo le basi per la costruzione dell’Italia che verrà, tra talenti in erba ed il giusto mix di giovani.

 

  •   
  •  
  •  
  •