Il Bologna ferma la Lazio: all’Olimpico è 1-1

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui
BOLOGNA, ITALY - OCTOBER 15: Andrea Poli of Bologna FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Bologna FC and Spal at Stadio Renato Dall'Ara on October 15, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini/Iguana Press/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

La Lazio per riprendere la corsa al terzo posto, il Bologna per non incappare nella terza consecutiva. Stati d’animo opposti andati in scena all’Olimpico ieri sera. La squadra di Inzaghi si schiera con un 3-5-2 a trazione anteriore mandando in campo tutti gli effettivi Luis Alberto e Felipe Anderson, Nani e Immobile. Rispondono i felsinei con un 5-3-2, con Torosidis e Masina sulle fasce laterali, Pulgar davanti alla difesa con Verdi a sostenere Palacio.

Pronti via e i rossoblù si portano in vantaggio con Verdi che raccoglie una respinta incerta da parte di Strakosha sul tiro di Dzemaili. Reazione dei biancocelesti veemente e al 9′ Parolo sfiora il gol del pareggio con una rasoiata che finisce a lato. Al 12′ Luis Alberto impegna Mirante con un tiro da fuori ma al 16′ ecco il goal del pareggio. Passaggio filtrante di Luis Alberto per Lucas Leiva, che mette a sedere Helander e insacca sul piatto sinistro dove Mirante che non può nulla.

Leggi anche:  Svezia, la Nazionale riapre ad Ibrahimovic: "Se vuole tornare, lo dica"

I rossoblù reagiscono e al 19′ Palacio viene anticipato per un soffio da un difensore, poi al 24′ Verdi ci prova da fuori area con il suo tiro che finisce a lato di poco. Occasione colossale per la Lazio sul finire del primo tempo dove Luis alberto sbaglia un facile facile appoggio per Immobile che non gli consente di presentarsi solo davanti al portiere. Si va al riposo sul pareggio, risultato sostanzialmente giusto.

Al rientro deagli spogliatoi Inzaghi sostituisce Wallace per Bastos e Nani per Lukaku, schiacciando i felsinei nella loro area di rigore con tiri da fuori di Luis Alberto e Immobile. Donadoni sostituisce De Maio per Mbaye spostando Torosidis sulla linea dei centrali e al 59 il senegalese serve un perfetto assist per Donsah il cui tiro viene neutralizzato in scivolata da Felipe Anderson. La Lazio attacca i felsinei pungono in contropiede ma non succede quasi più nulla se non ancora un tiro di Luis Albero finito a lato. Entrano Romagnoli e Krejci al posto dei stremati Masina e Torosidis. Ammonito Mirante per perdita di tempo: l’estremo difensore era diffidato e salterà la sfida interna contro la Roma sabato 31 marzo. Il Bologna avrebbe l’occasione di vincere la partita al 92′ quando Verdi  impegna Strakosha con un sinistro a girare sul quale lo stesso portiere mette in corner. Finisce 1-1 e risultato che rispecchia  l’andamento della gara.

Leggi anche:  Juventus, Dybala sta meglio: società al lavoro per il rinnovo

A fine gara ha parlato Inzaghi.” Abbiamo fatto un’ottima prestazione. Nel secondo tempo meritavamo di vincere senza nulla togliere al Bologna. nel primo tempo li abbiamo sofferti nella ripresa ci siamo assestati. Ci manca un rigore ma stasera non voglio rivederlo. Continuiamo su questa strada e arriveremo lontano”.

Nel Bologna ha parlato il vice di Donadoni Luca Gotti: ” Abbiamo interpretato bene la partita, siamo stati ordinati sulle due fasi di gioco. Destro non è entrato in quanto ci serviva un giocatore di peso come Palacio. Ma sappiamo che si impegna ed è un professionista esemplare. Noi vogliamo far tornare grande questa gloriosa società ma ci vuole tempo e pazienza.”

In definitiva grande soddisfazione per l’ambiente rossoblù dopo molti bassi e pochi alti, qualche rimpianto in casa biancoceleste.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: