Il ‘ Condottiero’ Cannataro conduce i suoi cavalieri alla sospirata promozione in 1^ categoria. FCD – Sofiota 2-2

Pubblicato il autore: FARALDI1972 Segui

Rocca Imperiale ( CS ) – A due giornate dalla fine l’FCD Rocca Imperiale si laurea
campione del proprio girone approdando in 1^ Categoria.
Prima di raccontare la grande cavalcata, riavvolgiamo il nastro al campionato scorso.
Lo scorso anno il team rocchese nel girone di andata non brillò molto, ma al ritorno
compì un miracolo approdando alla finale play off per l’ultimo posto disponibile
per la promozione in prima categoria.
Purtroppo l’FCD perse la finale contro lo Spezzano Albanese per 2 a 1, vanificando la bella rovesciata di Golia Antonio, ma soprattutto niente promozione.
La squadra rocchese poteva usufruire del ripescaggio, ma il presidente Giuseppe Santo si
rifiutò categoricamente , preferendo conquistarla sul campo e non con le scartoffie burocratiche.
Arriviamo alla nuova stagione, la squadra più o meno alla stessa ossatura dell’anno precedente,
sono andati via D’Angelo, Rotondaro e Vitale.
Arriveranno nuovi elementi ad arricchire la rosa per puntare alla promozione diretta.
In difesa arrivano gente del calibro, quali,   Berardi Giuseppe il ‘ Barone’, Achillea Carlo,
Sbordone Carmine; a centrocampo Vito Francesco e in attacco Pirillo Marcello.
Verso la fine del girone di andata viene ceduto il difensore Venneri Giuseppe, approdato
a Lauropoli.
Tutto questo mix viene magistralmente orchestrato dal mister Cannataro Pietro.
L’allenatore giocatore è stato fondamentale nella disciplina dei ragazzi , ma anche come motivatore.
La prima giornata per l’FCD è stata funesta, in casa stecca il debutto contro il Bisignano, perdendo per 2 a 3.
Ma nonostante ciò il mister ha sempre creduto alla promozione diretta, infatti dalla seconda in poi solo vittorie, a Lauropoli si vinse per 4 a 0, alla terza giornata vittoria sofferta contro il San Giacomo d’Acri per 1 a 0 risolutore Miraglia Luca.
Si va in trasferta e si sbanca il campo di San Demetrio Corone per 3 a 2, la terza rete è da incorniciare , autore neanche a dirlo Cannataro Pietro, il nr. 10 calcia una parabola che si va ad insaccare all’incrocio dei pali.
La domenica dopo Cannataro si ripete contro il Cropalati, sarà lui a decidere il match, difatti la compagine rocchese
vince di misura.
Si arriva al fatidico scontro diretto contro il Cerzeto K 91, prima di questa partita il mister ha enfatizzato l’importanza
del match, sopratutto ai fini della classifica.
Il sottoscritto era scettico sull’andazzo finale dello scontro contro la prima della classe, scetticismo convertito a
positività dopo l’umiliante e sonora sconfitta del Cerzeto.
L’FCD batte la capolista per 6 a 2, tra i marcatori naturalmente non poteva mancare Pietro Cannataro.
Le altre reti sono firmate da Golia ( doppietta), Achillea, De Flaminio e Vito Francesco.
Nel viaggio di ritorno , mi sono complimentato con il mister chiedendogli scusa per lo scetticismo nei confronti
suoi e della squadra.
La giornata seguente l’FCD ospita il Città di Montalto squadra ostica , infatti ci vuole un colpo di testa di De Flaminio nel finale per avere la meglio sulla squadra avversaria, fino al 40′ del secondo tempo le due compagini erano in parità ( 2 a 2).
Vittoria sofferta ma bella, queste le parole del mister nel post partita, anche se , Cannataro era un pò adirato soprattutto
dopo il pareggio del Città di Montalto.
A S. Sofia d’Epiro arriveranno altri 3 punti importantissimi ai fini della classifica.
Dopo la sosta natalizia l’FCD riprende la marcia per la promozione, i rocchesi ospitano l’Oriolo fanalino di
coda della seconda categoria, il match all’inizio è in salita per la compagine di mister Cannataro, è la
squadra avversaria a passare in vantaggio, ma nel giro di 10′ l’FCD rimonta grazie al suo capitano Gaudiano e al
bomber Golia, De Flaminio dopo 11′ metterà in ghiaccio il match.
La domenica dopo si va a Longobucco contro il Themesen, purtroppo l’FCD Rocca Imperiale è priva del
suo timoniere , mister Cannataro da mesi ha avuto un problema in famiglia , il suo papà ( Uomo guida del mister)
era malato, ma nonostante ciò , Pietro ( scusami per il tu) e stato  sempre battagliero e voleva a tutti i costi la promozione
diretta.
La squadra gli dedicherà la sonora vittoria , l’FCD batte il derelitto Themesen per 6 a 1, gli autori delle reti sono:
Gaudiano Fabio man of the match ( doppietta), Pirillo Marcello, Vito Francesco e Bellino Giuseppe che realizza la prima rete stagionale.
Durante la settimana post match contro il Themesen , purtroppo verrà a mancare il sig. Francesco Cannataro papà del
mister.
C’è da fare una premessa, il mister prima del match contro l’Oriolo ha omaggiato il sottoscritto , donandomi  un cimelio
datato 17 ottobre 1967, una pagina del Corriere dello Sport, dove si parla dei funerali della ‘ Farfalla’ granata Gigi Meroni,
quel giornale fu comprato all’epoca dal compianto Francesco Cannataro.
Non finirò mai di ringraziare l’amico Pietro Cannataro.
Inizia il girone di ritorno, l’FCD va a Bisignano per regolare i conti visto l’andata, purtroppo andrà diversamente,
il Bisignano bissa e batte l’FCD Rocca Imperiale per 2 a 1.
Tra il primo e secondo tempo le urla di Cannataro si sentivano nei paesi limitrofi.
A fine match lo stesso mister ha rilasciato il seguente titolo: ” Ci può stare”.
La 13^ giornata l’FCD si prende i tre punti in casa contro un rognoso Lauropoli dell’ex di turno Venneri.
Autore della vittoria De Flaminio grazie ad una papera madornale del portiere Rizzo.
La domenica seguente la capolista cadrà per la terza ed ultima volta a San Giacomo d’Acri , il match
finirà per 2 a 1, da tener conto dell’errore del sig. Ventre che non concede un rigore sacrosanto
all’FCD, per fallo nettissimo su Cannataro.
Dulcis in fundo arriviamo alle ultime quattro giornate dove la capolista si prepara alla sospirata promozione,
si regola in casa la Sandemetrese per 3 a 0, la domenica successiva si espugna il campo del Cropalati con un sonoro
6 a 2, nella sestina vincente non poteva mancare Pietro Cannataro, le altre reti sono state segnate da Vito Francesco, Pirillo Marcello, Guerra Mattia, Berlingieri Silvio Luca Miraglia .
In casa arriva il Cerzeto, ultima chiamata per la squadra avversaria, ma De Flaminio li punisce al 2′ del primo tempo, nel secondo tempo la compagine rocchese resta in nove , e li che il condottiero Cannataro con il cuore suo e dei suoi uomini portano a casa la posta in palio che darà il la alla sospirata promozione diretta.
Il sabato dopo l’FCD va a Montalto Uffugo a prendersi i 3 punti con gli artigli, la rete vittoria e firmata da Pirillo Marcello,
grazie ad un lancio preciso del portiere Costa Roberto.
Ieri è arrivata la promozione in prima categoria con due giornate di anticipo.
Sparring partner è il Sofiota. Il match finirà 2 a 2, con le reti di Basile e Miraglia per i rocchesi, mentre per la squadra
avversaria vanno in rete Aita e Forte.
Al triplice fischio finale del sig. Natale Giuseppe Bruno è apoteosi , Rocca Imperiale per la prima volta è promossa in
1^ Categoria. Non c’era riuscito mai nessuno.
Naturalmente i ringraziamenti vanno anche all’investitore principale nonchè il presidentissimo Peppe Santo,
con l’aiuto umano e materiale  di altri, quali, il figlio Antonio, il vice presidente Buongiorno Domenico, l’amico Moliterni Alberto, l’architetto Angiolino Aronne Marino Francesco.
Complimenti a tutti……….
Condottiero Cannataro è stato con piacere toccare con mano questa stupenda avventura, naturalmente da non dimenticare l’addetto spogliatoio e campo Emilio Lategano e Tutta la squadra.
Voglio dare un 10 a TUTTI….. nominandovi uno per uno.
Spiderman Costa Roberto, Dott. Cataldi Giovanni, Sbordone Carmine, De Flaminio Stefano,
Berardi Giuseppe
( Barone), Berlingieri Silvio, Achillea Carlo ( il Lucano), Miraglia Luca, Vito Francesco, Golia Antonio ( IL BOMBER), IL CAPITANO Gaudiano Fabio, Pirillo Marcello, Corrado Giorgio, Basile Francesco, Bellino Giuseppe, Pisilli Marco ( l’Assessore), Guerra Mattia ( faccia d’angelo), Buongiorno Marino , Santo Vincenzo ( il Mirko Antenucci dei poveri, si fa per ridere) e il vice di Cannataro , il Grande Carmine Mauro.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo sorride: Cuadrado e De Ligt pronti per la Lazio

FCD Rocca Imperiale:
Costa Roberto; Cataldi Giovanni, Sbordone Carmine ( Bellino Giuseppe), Basile Francesco ( Berlingieri Silvio),
De Flaminio Stefano ( Achillea Carlo); Berardi Giuseppe , Miraglia Luca ( Guerra Mattia), Vito Francesco,
Golia Antonio ( Pirillo Marcello); Cannataro Pietro, Gaudiano Fabio. All.: Cannataro Pietro.

A disposizione:
Corrado Giorgio, Mauro Carmine.

Sofiota:
Algieri Marco; Algieri Francesco, Natale Cristian, Luci Michele, Filocamo Giuseppe; Sestito Fabio, Feraco Dario,
Aita Francesco, Gargiullo Natale ( Scaglione Giuseppe); Forte Giuseppe ( Conte Daniele) , Spostato Francesco.
All.: Triolo Paolo.

Arbitro: Sig. Natale Giuseppe Bruno sez. Rossano

Marcatori:
4′ pt Basile Francesco ( FCD); 21′ pt Aita Francesco ( Sofiota); 25′ pt Miraglia Luca ( FCD);
5′ st Forte Giuseppe ( Sofiota).

Note: 79′ ammonito Pirillo Marcello.

  •   
  •  
  •  
  •