Juventus-Milan, i precedenti allo Stadium per i rossoneri sono da brivido

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Juventus-Milan: all’Allianz Stadium i precedenti tra le due squadre sono chiaramente favorevoli ai bianconeri di Massimiliano Allegri. La Juventus, infatti, da quando gioca le gare casalinghe nel nuovo impianto di proprietà,dal 2011, non ha mai perso contro i rossoneri. L’ultima vittoria del Milan in terra piemontese, risale al 5 marzo del 2011. In quella occasione i rossoneri, allenati dall’attuale tecnico bianconero Allegri, si imposero per 1-0 proprio con la rete dell’attuale allenatore dei milanesi, Gennaro Gattuso. Da quel momento per i rossoneri solo sconfitte, ben 6 nelle ultime 6 stagioni, dati impressionanti per il Milan che proverà a cambiare il trend negativo proprio dalla prossima partita.

Sabato sera, all’Allianz Stadium, la Juventus e il Milan si sfideranno per la 178esima volta nella loro storia. I testa a testa sono molto equilibrati, infatti, i bianconeri sono in vantaggio con 68 vittorie rispetto alle 51 dei rossoneri e ben  58 pareggi. Il big match sarà diretto dall’arbitro internazionale Paolo Silvio Mazzoleni alla sua presenza numero 97 in Serie A. L’arbitro bergamasco, in questo campionato, ha già arbitrato entrambe le squadre: Juventus-Lazio 1-2 e Verona-Juventus 1-3 per i bianconeri, Roma-Milan 0-2 per i rossoneri.

Leggi anche:  Milan-Udinese 1-1, Stefano Pioli: "Volevamo vincere. Peccato"

LE SCELTE DEI DUE TECNICI – Massimiliano Allegri, visto l’impegno ravvicinato di Champions League contro il Real Madrid, potrebbe far rifiatare qualcuno dei suoi, soprattutto i giocatori reduci dagli impegni con le proprie nazionali. L’allenatore toscano proporrà il consueto 4-2-3-1 con Douglas Costa, Dybala e Mandzukic a supporto del “PipitaHiguain. Allegri, inoltre, dovrà fare a meno dell’infortunato Alex Sandro, sostituito da Asamoah, mentre il difesa ritorna dalla squalifica il marocchino Benatia. Non al meglio e dirottati verso la panchina, il tedesco Khedira e Giorgio Chiellini, sostituiti rispettivamente da Matuidi e Rugani. Per Gennaro Gattuso l’unico dubbio riguarda la presenza di Romagnoli, se non dovesse farcela, pronti uno tra Zapata e Musacchio per affiancare l’ex Bonucci. Solito centrocampo formato da Kessie, Biglia e Bonaventura, mentre nel tridente d’attacco Suso, Calhanoglu e uno tra Cutrone e Andrè Silva, con il primo favorito sul portoghese.

Leggi anche:  Inter, Lukaku miglior giocatore di febbraio: è il primo nerazzurro a ricevere il premio

PROBABILI FORMAZIONI:
Juventus (4-2-3-1): Buffon; De Sciglio, Benatia, Rugani, Asamoah; Matuidi, Pjanic; Douglas Costa, Dybala, Mandzukic; Higuain. All: Allegri.
Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. All. Gattuso.

  •   
  •  
  •  
  •