Messi stoppa Dybala: “Con l’Argentina giochiamo nella stessa posizione.” Chance Mondiale finite per Paulo ?

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Dybala rischia seriamente di vedere il Mondiale di Russia dal divano di casa. Nella nazionale argentina ci sono però pareri discordanti sull’attaccante della Juventus. Il ct Sampaoli non ha chiuso definitivamente la porta dichiarando:”Paulo è molto presente nella mia testa”, una dichiarazione che sa di apertura. Non sembra essere dello stesso parere il capitano della nazionale sudamericana  Leo Messi che in una recente intervista ha dichiarato:”Ho parlato con Paulo, quello che ha detto tempo fa (Giocare con Messi è difficile) è la verità. Nella Juventus lui gioca nella mia stessa posizione, occupa gli stessi spazi in campo. Quando giochiamo assieme deve spostarsi in una posizione defilata sulla sinistra a cui non è abituato. E’ più difficile per noi ricoprire quel ruolo, a destra ci troviamo bene perchè possiamo tagliare verso il centro e abbiamo tutto il campo.

Leggi anche:  Juventus-Napoli, la partita della discordia: decise data e ora

Convocazione mondiale a rischio per Paulo Dybala?

Visti i problemi di Leo Messi, che forse precauzionalmente verrà tenuto a riposo contro la Spagna, Dybala poteva essere convocato. Però le scelte le fanno gli allenatori e non i tifosi che vorrebbero vedere il loro idolo sempre in campo. Al ct Sampaoli  non mancano le alternative in attacco visto che per queste amichevoli non è stato convocato neanche Aguero. Diciamo che l’Argentina con un attacco formato da Messi, Di Maria, Aguero e Higuain potrebbe seriamente candidarsi per la vittoria dei Mondiali.

Certo per un giocatore come Dybala, abituato nella Juventus a giocare da protagonista, entrare in campo a partita in corso è un pò frustrante. Fino a quando Messi non deciderà di dire addio alla nazionale, per l’attaccante della Juventus ci sarà soltanto un ruolo da comprimario nella nazionale argentina. Comunque il giocatore bianconero ha ancora due mesi per far cambiare idea al ct Sampaoli. Per Icardi invece, non sembrano esserci ripensamenti. L’attaccante dell’Inter quasi sicuramente non parteciperà al suo primo mondiale con l’Argentina. Un campione come lui quanto tempo può rimanere fuori dalla nazionale del suo paese? Per sapere se alla fine avrà avuto ragione il ct Sampaoli bisognerà aspettare la fine del Mondiale di Russia.

  •   
  •  
  •  
  •