Roma – Barcellona, Curva Sud sold out in due ore mentre scoppia il caso “caro-biglietti” per il Camp Nou

Pubblicato il autore: Ivan Aiello Segui


Biglietti per la curva Sud polverizzati in soli due ore: la febbre a Roma è altissima per la doppia sfida di Champions League contro i fuoriclasse del Barcellona.
A dare soltanto un’idea della frenesia che si respira nella Capitale per il match contro Messi e compagni, sono state le lunghe file ai Roma Store nella mattinata di oggi, giorno di uscita dei biglietti per la gara di ritorno all’Olimpico in programma per il 10 Aprile.
Le file si sono registrate non soltanto fisicamente all’uscita dei Roma Store, ma anche “virtualmente” sul sito ufficiale della società, dove i tifosi giallorossi hanno dovuto attendere moltissimi minuti per il completamento delle operazioni di acquisto e non senza alcuni problemi di carattere tecnico (arrivano anche segnalazioni di sospensione delle procedure per il sovraccarico dei server).
Ma a tenere banco è anche la questione legata al “caro-biglietti” della sfida d’andata del 3 Aprile al Camp Nou che ha fatto infuriare non poco i tifosi capitolini.
La società blaugrana, ha infatti fissato il prezzo per il settore ospiti a €89 e a nulla sono valse le lamentele dei tifosi giallorossi.
A farsi promotore della protesta è stato il quotidiano “Il Romanista” che ha pensato di inviare una lettera direttamente al Presidente del Barcellona Bartomeu nel tentativo di far rivedere alla società il prezzo esorbitante per assistere alla sfida del Camp Nou.
La lettera in questione ha fatto il giro del mondo sui media ed è stata ripresa anche dall’autorevole New York Times. Ma la risposta del club blaugrana è stata, come facilmente prevedibile, un “due di picche”, anzi una non-risposta dato che si sono limitati a diramare semplicemente un comunicato ufficiale in cui veniva confermato il prezzo di €89 stabilito in precedenza.
Il Romanista, tuttavia, ha voluto vederci chiaro in questa faccenda (che per altro è comune a quasi tutti gli impianti europei) e in un articolo pubblicato sul sito oggi intitolato ironicamente “Poco blau, molta grana” ha spiegato il meccanismo e il motivo per cui i prezzi al Camp Nou lievitano sempre di più: “Attualmente, circa 80mila tra i soci del Barça sono abbonati allo stadio. Ma di questi, in media, solo 40mila circa frequentano effettivamente il Camp Nou. In media, circa 27mila abbonati del Barça optano per il sistema “seient lliure” (posto libero): attraverso il sito web, notificano che non occuperanno la loro posizione e danno al club il permesso di vendere quel biglietto. Il Barça concede al soci il 50% del prezzo del biglietto rivenduto. Ci sono abbonati che, non andando allo stadio, recuperano il 95% del prezzo dell’abbonamento stagionale. Il Barça ha dovuto limitare questa cifra al 95% dopo aver scoperto casi di abbonati che così guadagnavano più di quanto avevano speso per abbonarsi. I biglietti liberati dagli abbonati vengono messi in vendita principalmente per i turisti. Solo il 5% dei biglietti venduti dal Barça sono acquistati da altri socis non abbonati.

Leggi anche:  Probabili formazioni Fiorentina-Roma: le scelte di Prandelli e Fonseca
  •   
  •  
  •  
  •