Saponara, commosso saluto a Astori: “Ciao Capitano, continua a difendere la nostra porta”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Morte Astori, lo struggente messaggio di Saponara.
Compagni di squadra, ma anche qualcosa in più. Riccardo Saponara ha affidato ai social il commosso saluto a Davide Astori.Capitano mio Capitano, esci da quella maledetta stanza. Ti aspettiamo per gli allenamenti. Nella vita ci sono persone che conosci da sempre con le quali non legherai mai, poi ci sono i Davide che ti entrano immediatamente dentro con un semplice ‘Benvenuto a Firenze Ricky’. Torna mio capitano, devi ancora finire di guardare La La Land e dibattere sulle puntate di Masterchf. Con chi parleremo degli ultimi film uscitI? Chi farà impazzire Marco Sportiello alla Playstation? Chi darà l’esempio ai più giovani? Dai esci da quella stanza che la tua spremuta ti aspetta. Chi arriverà a mensa a riscaldare l’ambiente con il suo sorriso?Ovunque tu sia ora, continua a difendere la nostra porta e dalle retrovie illuminaci il giusto cammino. O capitano, mio capitano. Per sempre mio capitano”.

Parole che fanno capire quanto fosse stretto il rapporto tra i due giocatori. Saponara, fermato da diversi infortuni in stagione, è alla Fiorentina dal gennaio 2017. Relativamente poco tempo, sufficiente perà per instaurare un bellissimo rapporto di amicizia con Davide Astori, l’amico di tutti.

Leggi anche:  Serie A, Juventus-Cagliari 2-0: super Cristiano Ronaldo, doppietta

Saponara e gli altri messaggi per Astori, Davide non era uno qualsiasi

Saponara, un altro commosso ricordo di Astori. Continua, il dolore per l’improvvisa scomparsa di Davide Astori continua. Il mondo del calcio italiano, ma non solo, è sotto shock. Non sarà facile per nessuno ricominciare a parlare di tattiche, schemi, gol e Var. Un mondo che tritura tutto e tutti, ma che ogni tanto si ferma tutto insieme. Il calcio è uno dei più forti aggregatori sociali al mondo. Nelle squadre, tra i tifosi, nascono rapporti che poi continuano per tutta la vita. Un mondo che voleva bene a Davide Astori. Compagni , avversari, allenatori tutti sconvolti per un qualcosa di inimmaginabile. Il messaggio di Saponara fa capire quanto mancherà Astori alla Fiorentina, ma anche a tutto il calcio italiano. Cagliari, Roma, Firenze, tutte piazze dove il calcio è quasi una religione e dove i calciatori sono amati se fanno bene il loro dovere. Così come faceva Davide Astori tutti i giorni. Ora non lo potrà fare più, ma il suo esempio resterà nel cuore e nella mente di chi gli è stato vicino.

  •   
  •  
  •  
  •