Siracusa-Reggina 0-0 un pareggio utile.

Pubblicato il autore: antoniofight Segui

Finisce 0-0 il posticipo del lunedì sera tra Siracusa e Reggina che regala molte emozioni a quanti sugli spalti del “De Simone” e su RAI sport 1 hanno assistito alla partita tra due squadre motivate a svolgere una bella gara per proseguire nel raggiungimento dei propri obiettivi in campionato e cioè un miglior piazzamento play-off per il Siracusa ed evitare i play-out per la Reggina.
Ad arbitrare quest’ importante incontro tra due società di calcio dalle grandi tradizioni è l’ esperto arbitro Ayroldi di Molfetta in una gara di cartello della serie C girone C per la quale la società di casa ha offerto una promozione ai giocatori del settore giovanile con il biglietto al prezzo simbolico di 1 euro.
Le squadre scendono in campo alle 20:45 ed il Siracusa schiera il modulo 4-2-3-1 mentre la Reggina si affida al 3-5-2 ed i padroni di casa non riescono in questo match a prevalere sulla Reggina ed a recuperare punti sulle prime classificate, nel primo tempo la Reggina solida e ben schierata in campo ha neutralizzato ogni azione offensiva degli aretusei che non sono riusciti a creare azioni offensive degne di nota mentre i calabresi hanno dimostrato fin dal primo minuto di gioco di non voler uscire dal “De Simone” a mani vuote.Nonostante nei primi minuti di gioco sia il portiere Cucchietti della Reggina ad essere impegnato, sono poi gli amaranto che cominciano a macinare gioco ed a guadagnare campo tanto che in un ‘ occasione di gioco Tulissi in area viene atterrato da Turati e l’ attaccante reggino protesta ma Ayroldi giudica il contatto regolare.
Il secondo tempo dell’ incontro regala più occasioni da goal per la gioia del pubblico ma è la Reggina a dettare ritmo e gioco ad un Siracusa che si difende ,almeno per la prima mezz’ ora, ed attende che la Reggina conceda qualcosa per colpire ed ottenere il goal che vale la partita, infatti ad un quarto d’ ora dalla fine i siracusani cominciano ad attaccare insistentemente ed a guadagnare metri sul campo ed al settantacinquesimo una grossa occasione per i siciliani con Parisi che di testa supera di poco la traversa, poi prevalgono i falli che Ayroldi è bravo a stroncare dando diversi cartellini gialli.
Per il Siracusa tornano a manifestarsi i problemi che la squadra palesa al “De Simone” e si assiste ad un regresso nella qualità del gioco espresso nelle ultime due gare esterne di Brindisi e Pagani e si ripresenta il solito Siracusa casalingo pigro e lento nel proporre trame di gioco efficaci.
Il Siracusa aggancia il Matera a 47 punti, per la Reggina un punto importante nella lotta salvezza e due belle occasioni da goal su punizione dai 40 metri La Camera con un bel tiro ad effetto verso il palo di sinistra impegna severamente Tomei ed una bella azione di Mezavilla che spara fuori in girata.
Al termine della gara l’ allenatore della Reggina Maurizi si dichiara soddisfatto per il gioco espresso dai suoi uomini che sono riusciti a neutralizzare fin dai primi minuti di gioco gli attacchi dei padroni di casa.

Leggi anche:  Assalto a De Ligt, Juve attenta: dalla Premier alla Liga tutti sull'olandese
  •   
  •  
  •  
  •