Zaza e il rigore sbagliato contro la Germania: “Se lo avessi segnato, nessuno mi avrebbe rotto”

Pubblicato il autore: Martina Pota Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Simone Zaza, punta centrale ora in forza al Valencia, è apparso ieri sera nel programma d’intrattenimento Emigratis condotto da Pio e Amedeo in onda su Italia 1 e non si è lasciato sfuggire l’occasione per contestare i tifosi che ancora lo accusano per il rigore sbagliato agli europei del 2016 contro la Germania, successivamente campione d’Europa.

28Zaza non ha usato mezzi termini per commentare cosa pensasse delle critiche ricevute dopo quella partita e chiaramente ha affermato: “Se lo avessi segnato nessuno avrebbe rotto“, un commento piuttosto deciso. Zaza ha poi continuato giustificando quel brutto tiro: “Mi sono fatto prendere dal fatto che in allenamento tirando in quel modo non avevo mai sbagliato“. E se magari non avesse sbagliato forse avrebbe ragione a pensarla così, ma indietro non si può tornare e quel rigore, ma non soltanto il suo, ci è costato un europeo. Sicuramente è stata la follia del momento, o forse era davvero sicuro di se, fatto sta che è andata come è andata. Avesse tirato bene quel rigore e magari anche i suoi compagni, ne avessero sbagliati di meno, ora magari si parlava di altro, ma purtroppo così non è.
Nonostante le 12 reti in 32 presenze tra campionato e coppa nel suo attuale club e nonostante stia dando il meglio di se il numero 9 del club spagnolo non è stato convocato nella nuova nazionale di Di Biagio.
Magari con l’arrivo del prossimo ct della squadra italiana anche il giocatore di Policoro ritroverà il suo posto in nazionale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus-Lazio i precedenti: ecco come sono terminate le ultime sfide in Serie A