Bayern Monaco, Jerome Boateng l’infortunio è grave: stagione finita. Il Mondiale adesso è a rischio

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

La partita di Champions League contro il Real Madrid è costata cara al Bayern Monaco e non solo in termini di risultato. Se al Bernabeu i bavaresi possono ancora sperare in una qualificazione alla finalissima, dalla sfida dell’Allianz Arena sono usciti malconci alcuni giocatori biancorossi. La situazione più grave riguarda il difensore Jerome Boateng.

Infortuni. Non c’è motivo di sorridere per Jupp Heynckes dopo la sfida casalinga contro i madrileni. La sua squadra è stata falcidiata dagli infortuni e, anche in vista della gara di ritorno in terra spagnola, dovrà metter mano alla formazione cercando l’impresa. Che il problema di Jerome Boateng fosse grave il tecnico lo aveva capito subito ma – ovviamente – sperava di sbagliarsi. Se la cava meglio Robben, l’infortunio all’inguine è meno grave del previsto nonostante lo abbia costretto al forfait dopo meno di 10 minuti di gioco. E anche Javi Martinez dovrebbe rimettersi presto dopo il colpo alla testa ricevuto durante la gara.

Leggi anche:  Champions League stasera, SKY o MEDIASET? Dove vedere Juventus Ferencvaros in streaming e in tv

Stagione finita. A preoccupare sono quindi le condizioni del difensore. Stop di almeno 4 settimane con i tempi di recupero che potrebbero allungarsi costringendolo a restare lontano dal campo fino a 6 settimane. Se fosse solo per il campionato non ci sarebbe nessun problema per il Bayern Monaco che già sicuro della vittoria potrebbe tranquillamente rinunciare al suo giocatore. Ma i bavaresi, in questo modo, sono costretti a rinunciare a lui in Champions League, sicuro per il ritorno al Bernabeu e poi per un’eventuale finale. Ma a rischio per lui – e per la Germania, c’è la partecipazione al prossimo Mondiale di Russia 2018.

Problema. Anche il commissario tecnico della squadra tedesca, Joachim Löw, che come riporta la Bild, era in tribuna per assistere al match europeo si è parecchio preoccupato al momento dell’uscita dal campo del difensore. Il problema maggiore è che Boateng non è la prima volta che si infortuna al quadricipite. Nel 2017, per lo stesso motivo, era stato fuori da maggio a settembre. Di sicuro il ct della Germania proverà in tutti i modi a recuperare il giocatore e portarlo in Russia con il resto della squadra. Intanto si aspettano gli esiti degli esami strumentali che determineranno il grado della lesione. Un’intera nazione, al momento, è con il fiato sospeso.

  •   
  •  
  •  
  •