Benatia “letale” per la Juventus nei minuti finali: dopo Vazquez, decisivo l’errore sul gol di Koulibaly

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

Medhi Benatia – Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Nonostante la cessione eccellente con l’addio di Leonardo Bonucci, finora il difensore centrale marocchino Mehdi Benatia, con le sue buone prestazioni, non stava facendo rimpiangere il suo predecessore. Sono bastati due errori gravi in altrettante partite decisive per la stagione juventina a fomentare in tifosi e addetti ai lavori qualche dubbio; prima il fallo da rigore su Lucas Vasquez, che a Madrid ha negato i tempi supplementari alla Juventus, in una notte da sogno in Champions League, contro il Real, che ha fatto uscire in modo beffardo la “Vecchia Signora” dall’Europa. Ieri l’ex giocatore di Udinese, Roma, e Bayern Monaco, si è fatto anticipare nettamente dal difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly, che ha segnato, permettendo al Napoli di vincere lo scontro diretto di Torino, e di riaprire il campionato, portando i partenopei a ridosso dei piemontesi. Il numero 4 bianconero fino al momento dell’episodio decisivo, stava disputando una buonissima partita, ma ha sbagliato sul corner, l’intervento difensivo in maniera completa, dando il tempo all’avversario di staccare con la massima elevazione e di colpire il pallone come meglio non poteva. Undici giorni da incubo, per l’ex difensore giallorosso e se inseriamo la polemica sui social network, con il diretto interessato che aveva definito il rigore di Madrid, con un termine offensivo, aggrava la situazione. Gli errori possono capitare, ma Benatia manca di freddezza nei momenti chiave della partita, e sopratutto nei minuti finali sta diventando di certo una costante della quale non vantarsi. Anche contro la Roma dopo aver segnato aveva consegnato a Patrick Schick il pallone del pareggio, ma era stato salvato da una parata determinante del proprio portiere. La dirigenza bianconera forse si dovrebbe guardare attorno nel prossimo mercato estivo, perchè mai come quest’anno il reparto arretrato, sta dando segnali preoccupanti. Andrea Barzagli Giorgio Chiellini i senatori della difesa, sono spesso tormentati da problemi fisici, Benedikt Howedes è rientrato in campo da pochissimo tempo, possiamo definire anche suo,  l’errore di ieri sera. Nessuna squadra nel calcio moderno può permettersi di far saltare di testa un giocatore liberissimo in area di rigore. La Juventus ha bisogno di un altro difensore centrale di nome, che fornisca garanzie dal punto di vista fisico, ma che eviti al minimo gli errori nei momenti topici. Benatia resta un centrale di assoluto livello, ma queste leggerezze rischiano di complicare in modo irreparabile una stagione intera. Comunque L’atteggiamento tattico e di squadra nelle ultime due partite di campionato, sopratutto nello scontro diretto in casa ha lasciato moltissimo a desiderare, la squadra combattiva di Spagna si è smarrita e le certezze di una difesa che per sei anni è stata tra le meno battute in tutta Europa, stanno crollando e il marocchino sta diventando letale in senso negativo.

Leggi anche:  Borussia Dortmund, Haaland: show e record per il ventenne
  •   
  •  
  •  
  •