CONCAF Champions League, il sogno di Giovinco si infrange: rigori fatali per Toronto

Pubblicato il autore: Diletta Barilla Segui

Il Toronto di Sebastian Giovinco esce sconfitto dalla finale di CONCAF Champions League contro il Chivas di Guadalajara. Fatali per la squadra canadese i rigori, con un doppio errore dagli undici metri.

MLS. Che la franchigia canadese avesse concentrato tutte le sue forze nella conquista del trofeo internazionale era ben chiaro a tutti. Il Toronto, dopo aver raggiunto la finalissima di MLS per due anni consecutivi ed essere riuscito a conquistare il titolo nella scorsa stagione, aveva un po’ sacrificato il campionato per concentrarsi sulla CONCAF Champions League. Il cammino di Giovinco e compagni nella Major League Soccer è partito a rilento e lo dimostra anche la classifica con la squadra capitanata da Bradley attualmente fanalino di coda della East Conference con soli 3 punti.

CONCAF Champions League. L’obiettivo del Toronto era quello di portare in Canada anche il trofeo internazionale per arricchire la bacheca del club. Ma il sogno si è infranto in finale, dopo una super rimonta che aveva fatto ben sperare. Dopo la sconfitta dell’andata i canadesi erano riusciti a recuperare e portare in parità il risultato. Fatali però sono stati i rigori con Bradley e Osorio che hanno “tradito” i compagni fallendo il loro penalty. A trionfare sono stati così i messicani del Chivas di Guadalajara che adesso rappresenteranno il Nord America al prossimo mondiale per club. Doppia beffa per Giovinco e compagni. E adesso il futuro della Formica Atomica sembra sempre più incerto.

Messico. Nuovo tentativo fallito da una franchigia della MLS di rappresentare il continente nord americano nella massima competizione per i club. Ad esserci riusciti fino a questo momento solo i Los Angeles Galaxy e i DC United. Ma per il momento continua il dominio incontrastato della lega messicana. Adesso però anche per il Chivas, guidato in panchina da Matias Almeyda – ex Lazio, Inter, Parma e Brascia in Italia – è il momento di pensare al campionato nazionale. La squadra, che nella sua storia non ha mai abbandonato la massima serie, ha destinato tante energie alla CONCAF e adesso occupa la penultima posizione.

  •   
  •  
  •  
  •