Inter, Spalletti: “Non meritavamo di perdere”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui
during the Serie A match between FC Internazionale and UC Sampdoria at Stadio Giuseppe Meazza on October 24, 2017 in Milan, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

L’Inter dopo la vittoria a Marassi contro la Sampdoria per 0-5, l’agevole vittoria casalinga contro il Verona per 3-0 e il pareggio a reti bianche nel derby contro il Milan, arriva la sconfitta in casa del Torino per 1-0.

Un risultato che, al netto delle occasioni avute dalla ‘banda’ di Luciano Spalletti, appare abbastanza ingiusto in quanto i nerazzurri hanno creato tantissime occasioni goal, tenuto bene il campo e colpito anche due pali. A far discutere è stata l’esclusione negli undici di partenza del centrocampista di proprietà del Barcellona, Rafinha, che tanto stava facendo bene nell’ultimo periodo. In merito a ciò Luciano Spalletti, intervenuto nel dopo partita ai microfoni di Sky Sport, ha dichiarato:”Viene da due anni dove non gioca, tre partite in una settimana sono tante. Mercoledì secondo me aveva fatto vedere un po’ di difficoltà di fiato e l’ho messo quando c’era da fare la differenza (…) Borja Valero in calo? Secondo me non è così, nel senso che l’ho fatto giocare perché stava bene. Oggi ha fatto tanti metri, quando uno pressa come lui poi perde un po’ di lucidità. Può dare un contributo ogni volta che lo chiami, ora è stato un po’ fuori e ha recuperato le forze”.

Nel finale della partita il tecnico nerazzurro si è reso protagonista di una simpatica stretta di mano con l’allenatore del Torino, Walter Mazzarri. Un giornalista allora ha posto la domanda all’ex tecnico dello Zenit, chiedendo se ci fosse o meno rabbia in quel saluto. Spalletti prontamente ha risposto (sorridendo ndr.) affermando che Mazzarri è uno che ha sempre un po’ di timore anche quando vince, suggerendogli che non c’è da aver timore, la partita è finita, non dare la mano con la puntina, se non la vuoi dare puoi anche non darla.

Per quanto riguarda l’analisi della partita, Spalletti è convinto che la squadra non meritava la sconfitta quest’oggi:“Ci sono dei momenti dove non va come vorresti neanche se la pigi, però poi abbiamo avuto meno bravura e pulizia nel far girare la palla e abbiamo preso delle ripartenze di troppo che ci hanno costretto a buttar via energie. Dovevamo gestire meglio, controllare di più la partita e soffocare di più le loro ripartenze, ma non ci meritavamo la sconfitta. ”

Tra il derby e la partita di Torino per molti addetti ai lavori, l’Inter ha letteralmente buttato l’occasione per una mini fuga verso la Champions League, ritrovandosi momentaneamente al quinto posto in classifica ad un punto da Roma e Lazio (che si affronteranno nella prossima giornata). Il tecnico dell’Inter ha dichiarato: “Abbiamo giocato, ci sono anche gli avversari. Quando le cose non girano bene ci sta di non fare risultato. Errore di Perisic come quello di Icardi? Perisic ha fatto una rincorsa dove è riuscito a portar via palla, poi il suo tocco all’indietro per D’Ambrosio non gli ha dato merito per quello che era stato l’impegno messo ed è andata così.”

Ora all’Inter spetta un’altra partita complessa in casa dell’Atalanta di Gasperini che, storicamente, ha sempre messo in difficoltà i nerazzurri ma per arrivare alla Champions, bisogna sfatare questo tabù.

  •   
  •  
  •  
  •