Juventus, rigore è quando arbitro fischia. La beffa con il Real e il trionfo degli antijuventini

Pubblicato il autore: alvares Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Mi metto nei panni dei tifosi della Juventus arrabbiati per il rigore concesso al Real Madrid che ha eliminato i bianconeri dalla Champions League. Al contempo però è anche giusto mettersi nei panni dei tifosi delle altre squadre in Italia, che prima di sette anni fa di furti pro-Juve ne han subiti tanti. Non c’è da meravigliarsi quindi che mezza Italia sia anti-Juventina.

Qui ci voleva il Var dicono alla Juve, ma come non era quella che non lo voleva? In ogni caso Agnelli e Allegri non si sono buttati in proteste smodate con fare calmo e serafico hanno analizzato la gara nell’amarezza del momento, non prendendo posizione contro il direttore di gara, Var a parte. Della gara che dire, la Juve non l’ha dominata ma ha imbrigliato il Real Madrid la doppietta di Mandzukic e il fortunoso gol di Matuidi. Rispetto al presuntuoso Barcellona dominato ieri dalla Roma all’Olimpico, il Real stasera ha fatto la sua partita e se non fosse stato per Buffon e per la traversa forse avrebbe anche segnato.

In ogni caso, lamentele a parte, il Real Madrid ha conquistato l’ennesima semifinale di Champions League. Alla Juve ora restano il campionato (Napoli permettendo) e la Coppa Italia da vincere nella finale con il Milan. Per Buffon (affranto a fine gara), la Champions resta ancora un sogno da rimandare alla prossima stagione.

  •   
  •  
  •  
  •