Milan-Benevento, Gattuso: “Vogliamo il sesto posto. Noi senza stimoli ? Chiacchiere”

Pubblicato il autore: Ilir Mustafa Segui


E’ un Rino Gattuso come al solito molto motivato e sicuro di sé quello che si è presentato in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Benevento, match in programma sabato 21 aprile alle 20.45 a San Siro.

Proprio un girone fa, Gattuso ha cominciato la sua avventura da tecnico sulla panchina milanista con il clamoroso 2-2 al Vigorito siglato dal portiere del Benevento, Brignoli, allo scadere. Da allora tante cose sono cambiate. Il Milan è un’altra squadra, più solida e competitiva, anche se l’obiettivo stagionale ovvero la qualificazione alla prossima Champions League è svanito e con esso i sogni di rinascita rossonera.

La realtà è il possibile sesto posto finale che può valere l’accesso alla fase ai gironi di Europa League. Obiettivo che Gattuso non vuole fallire. Prioritaria, pertanto, la vittoria contro i campani in un match ampiamente alla portata dei rossoneri: “E’ fondamentale vincere domani, il Milan non può restare fuori dall’Europa. Molto meglio arrivare sesti che settimi, perchè sarebbe meglio evitare i preliminari. Voglio vedere il senso di appartenenza e la voglia di combattere. Non dobbiamo avere paura, poi vedremo dove arriveremo.”

Gattuso non vuol sentir parlare di stagione finita. C’è una qualificazione europea da raggiungere e una finale di Coppa Italia da disputare il prossimo 9 maggio contro la Juventus: ” Di stimoli ne abbiamo tanti – ribatte l’allenatore – E’ un po’ di tempo che sento dire che non abbiamo stimoli, sono chiacchiere da bar. Noi dobbiamo pensare a fare il nostro, non dimenticandoci da dove siamo partiti 4 mesi fa. Non vinciamo da 1 mese a questa parte. Domani arriva una squadra sbarazzina, che non ha nulla da perdere ed esprime un buon calcio. Se non entriamo con il piglio giusto, domani c’è da faticare. Ci dobbiamo arrivare con grande furore agonistico e grandissima voglia.”

  •   
  •  
  •  
  •