Mercato Milan, il sogno Belotti non tramonta, sarà lui il rinforzo per Gattuso?

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 06: AC Milan coach Gennaro Gattuso issues instructions to his players during the serie A match between AC Milan and FC Crotone at Stadio Giuseppe Meazza on January 6, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Mercato Milan, per il prossimo anno, la priorità per rinforzare la rosa è il reparto offensivo, ed ecco che torna di moda il nome più gettonato della scorsa estate, Andrea Belotti. L’attaccante del Torino, più volte accostato alla società rossonera, potrebbe essere il rinforzo ideale per Gennaro Gattuso, che vorrebbe un giocatore in grado di superare la doppia cifra, uno dei problemi riscontrati negli attaccanti del Milan in questa stagione. Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo Yonghong Lee e le questioni societarie da risolvere, perché è da queste decisioni che dipenderà il prossimo mercato estivo della società rossonera.

Fassone e Mirabelli non hanno mai chiuso la porta a una possibile riapertura nella trattativa per portare il “GalloBelotti a Milano. La scorsa estate, le richieste di Urbano Cairo erano eccessive in quanto chiunque avesse voluto aggiudicarsi il forte attaccante granata, avrebbe dovuto sborsare la cifra di 100 milioni di euro di una clausola rescissoria valida solo per l’estero. Il Milan ha provato più volte a intavolare un trattativa con l’inserimento di contropartite, ma la società granata ha sempre chiuso ogni possibilità. A distanza di un anno, però, le cose sembrano essere cambiate, perché il rendimento di Belotti in questo campionato non è stato come quello precedente, infatti, fino ad ora, solo 9 reti segnate rispetto alle 26 messe a segno un anno fa. Ecco che il Milan ci sta pensando seriamente, e sarebbe pronta a sedersi per intavolare un trattativa con il Torino, ma a cifre decisamente inferiori. I rapporti non più ottimi tra il giocatore e l’ambiente granata, potrebbero spingere Cairo ad abbassare le pretese a 50/60 milioni con l’inserimento di qualche contropartita. Il Torino, inoltre, dovrà pagare al Milan ben 15 milioni di euro per il riscatto del giocatore francese Mbaye Niang, uno dei tanti fattori che potrebbero trasformare in realtà, il sogno di portare Belotti in rossonero.

L’eventuale arrivo di Belotti dovrebbe portare alcune cessioni nel reparto offensivo, ed ecco che i due acquisti dello scorso anno, potrebbero essere i possibili partenti per sfoltire la rosa. Nikola Kalinic e il portoghese Andrè Silva non hanno rispettato le aspettative, sia dal punto di vista delle prestazioni che dalle reti messe a segno, solamente 6 gol segnati in due, 4 per il croato e 2 per il portoghese. Considerando il lato positivo, però, grazie al pessimo rendimento dei due attaccanti, il Milan ha scoperto un bomber fatto in casa, ovvero, Patrick Cutrone. Il giovane attaccante classe 98 è stato il vero e proprio acquisto del reparto offensivo nel Milan di quest’anno, capace di mettere a segno ben 15 reti di cui 7 in campionato, 2 in Coppa Italia e 6 in Europa League. L’attaccante comasco, inoltre, ha conquistato la prima convocazione nella nazionale azzurra di Gigi Di Biagio nelle due amichevoli disputate contro l’Argentina e l’Inghilterra, esordendo proprio con quest’ultima.

Insomma, con l’eventuale arrivo di Belotti, il Milan si ritroverebbe una futura coppia gol in grado di far sognare sia i  tifosi rossoneri che i tifosi azzurri, ma soprattutto il tecnico Gennaro Gattuso, che, fresco di rinnovo, ha promesso di riportare il Milan di nuovo tra le grandi.

  •   
  •  
  •  
  •