Serie A: la Juventus scappa, ora Chievo e Cagliari rischiano la B

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

E’ terminato il trentacinquesimo turno di campionato di serie A: abbiamo visto come in queste ultime giornate il torneo ci sta affascinando sempre di più in tutte le posizioni di classifica dallo scudetto alla Champions League, dall’Europa League alla salvezza. Analizziamo la classifica punto per punto.

Iniziamo dalla lotta scudetto tra Juventus e Napoli: dopo la vittoria dei partenopei sui bianconeri di domenica scorsa sembrava che il campionato fosse riaperto, ma con la vittoria della Juventus sull’Inter e la contemporanea caduta del Napoli a Firenze la distanza è tornata +4. Il Napoli aspetta il Torino al “S.Paolo”, mentre la Juventus se la vedrà contro il Bologna.

Scendiamo al terzo posto dove Lazio e Roma continuano ad andare a braccetto con le vittorie contro Chievo e Torino. L’Inter è ancora in corsa ma con la sconfitta contro la Juventus tra mille polemiche il percorso si fa più complicato ma non impossibile.

Leggi anche:  Morte Maradona, la poesia di Federico Buffa: "Uno così non può ricapitare mai più" (TESTO e VIDEO)

Andando nell’Europa League vediamo una lotta serrata tra Atalanta, Milan, Sampdoria e Fiorentina. I bergamaschi hanno liquidato il Genoa senza troppi complimenti fornendo una prestazione eccellente, i rossoneri si sono sbarazzati a fatica di un Bologna combattivo nel finale. Bene anche Sampdoria e Fiorentina che hanno piegato il Cagliari e Napoli , dimostrando che possono dire la loro in questo finale.

Passiamo nella zona dell’anonimato dove Torino, Genoa e Bologna hanno dimostrato di indossare infradito e costume. Per i rossoblù di Donadoni la salvezza non è aritmetica ma pare improbabile al momento un rientro nelle zone calde di classifica.

Ora passiamo alla lotta retrocessione molto agguerrita: in ripresa il Crotone che ha battuto il Sassuolo a suon di goal tirandosi fuori dalla zona rossa mettendo ancora una lieve pressione agli emiliani. Piccolo passetto per l‘Udinese targato Tudor che ha interrotto un’emorragia di sconfitte che durava da ben 11 partite. Importante vittoria della Spal che ormai ha condannato virtualmente l’Hellas Verona. Piange anche l’altra squadra di Verona il Chievo, piombato in zona retrocessione con l’esonero di Maran dopo il crollo di Roma sponda giallorossa. A D’Anna il compito di portare la nave sulla linea di galleggiamento. Non se la passa bene anche il Cagliari, naufragato a Genova sponda blucerchiata ma con la conferma di Diego Lopez, dopo il diniego al ritorno di Rastelli. Come dicevamo condannato l‘H.Verona che ha fallito parecchi match point. Contro il Milan potrebbe arrivare la certezza  matematica. Onore al Benevento che, nonostante la retrocessione ha tirato fuori una prestazione d’orgoglio, segnando tre goal all’Udinese senza mai essere in balia degli avversari.

Leggi anche:  Napoli-Rijeka: orario, luogo, probabili formazioni, statistiche e precedenti

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: