Serie A: tutto ancora aperto per lo scudetto, Champions League, Europa League e salvezza

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui

Siamo arrivati a quattro giornate dal termine e da u po’ di tempo che non si verificava un campionato così incerto e avvincente in tutte le sue parti di classifica. Andiamo ad analizzarla punto per punto:

Abbiamo visto come il Napoli abbia riaperto la lotta scudetto battendo la Juventus nel suo stadio andando a -1 dai bianconeri: vedremo cosa accadrà nella giornata successiva quando la squadra di Allegri farà visita all’Inter a S.Siro, mentre i partenopei se la vedranno al “Franchi” contro la Fiorentina.

Andiamo nella lotta per il terzo posto dove vediamo le romane lanciatissime ( la Roma vittoriosa a Ferrara contro la Spal e la Lazio contro la Sampdoria all’Olimpico entrambe a suon di goal) e l‘Inter che ha liquidato il Chievo per 2-1. La squadra di Spalletti sembra essere tornata quella del girone d’andata.

Sul fronte successivo l’Europa League il Milan è stato sconfitto clamorosamente in casa dal Benevento retrocesso matematicamente. La squadra di Gattuso è apparsa molto stanca sotto il  profilo mentale. Il passo falso dei rossoneri ha consentito all‘Atalanta di compiere il sorpasso. Gli orobici sono riusciti ad avere la meglio sul Torino estromettendolo definitivamente dalla corsa per l’Europa. Poco sotto troviamo la Fiorentina e Sampdoria appaiate a 51 punti. Entrambe cominciano a sentire il finale di stagione con le sconfitte di ieri rispettivamente a Reggio Emilia e Roma sponda biancoceleste.

Passiamo nella metà classifica dove ormai Torino, Bologna, Genoa e Sassuolo  non hanno più nulla da dire in questo campionato. Il loro obiettivo sarà di terminare al meglio la stagione.

E passiamo nella zona calda: vediamo l‘Udinese in caduta libera all’undicesimo ko di fila on la sconfitta interna contro il Crotone con probabile esonero di Massimo Oddo. Il Cagliari che non è andato oltre lo 0-0 contro il Bologna uscito tra i fischi dei suoi tifosi. Vittoria preziosissima del Crotone che è uscito dalla zona rossa affiancando il Chievo a quota 31 sconfitto ma con onore dall’Inter. Arriviamo proprio nella zona rossa con la Spal sconfitta dopo un buon filotto di risultati utili, il Verona che se la vedrà stasera a Marassi contro il Genoa. Benevento retrocesso matematicamente grazie alla vittoria dei calabresi ma che lascia la serie A a testa alta come ha dimostrato la vittoria di S.Siro sul Milan.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: