Torino, Cairo: “Belotti? Resterà con noi”

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui
during the Serie A match between Torino FC and Cagliari Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 29, 2017 in Turin, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Ieri sera a San Siro la Primavera del Torino ha vinto la sua ottava Coppa Italia ai danni del Milan di Alessandro Lupi che, dopo aver perso la gara d’andata per 2-0, è uscito sconfitto anche nel match di ritorno per 0-1 -di Borello il gol decisivo all’82’-. Al termine della partita il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di RMC Sport. Sul successo ottenuto ieri sera il quale interrompe un digiuno che durava da ben 19 anni, Cairo ha affermato: “Il fatto che il Toro nell’anno della rinascita del Filadelfia abbia vinto la Coppa Italia giocando proprio la gara d’andata in quello stadio, vincendo per 2-0 al termine di una bella prestazione, è motivo di grande orgoglio per me. È una bellissima vittoria per noi che fa seguito alla Supercoppa di due anni fa e al campionato di tre anni fa. Stiamo lavorando bene e vogliamo continuarlo a farlo, per noi è molto importante investire nel settore giovanile, vogliamo trasmettere i giusti valori ai nostri giocatori”.

Immancabile poi un passaggio sul calciomercato, nello specifico sulla questione legata al futuro di Andrea Belotti, più volte accostato al Milan l’estate scorsa: “Con i dirigenti del Milan ci siamo salutati, ma di Belotti abbiamo parlato l’anno scorso quando io non volevo vendere il calciatore. Quest’anno non ha avuto una stagione fortunata a causa di due infortuni con cui ha perso praticamente tre mesi, si sta però riprendendo al meglio e io me lo voglio godere ancora. Visto che non l’ho fatto in questa stagione, lo farò nella prossima. Milan? Non me lo richiedono, il giocatore resta da noi”.

Su Niang, in questi giorni tornato al centro delle voci di mercato che lo vorrebbero vicino al Nizza, Cairo ha rassicurato: “Niang ha un infortunio e non può giocare. Ma ha avuto momenti eccellenti in questa stagione come quando ha sostituito Belotti da centravanti che forse è il ruolo che gli è più congeniale. Ha fatto bene anche da esterno, poi ha avuto un momento di difficoltà come tutta la squadra del resto e ci può stare. Credo però che abbia un potenziale enorme, a gennaio ho rifiutato offerte importanti, superiori al prezzo pagato, perché lo ritengo davvero importante. Nizza? Forse in vacanza”.

Infine, Cairo ha espresso il suo pensiero sull’episodio che ha visto coinvolta la Juventus, mercoledì in Champions League: “Posso dire che quel rigore al Torino non l’avrebbero mai fischiato a favore, ma l’avrebbero fischiato contro, e che alla Juve quel rigore l’avrebbero sicuramente dato a favore e in Italia non l’avrebbero dato contro”.

  •   
  •  
  •  
  •